Cronaca HOME PAGE — 08 maggio 2012
L’atletica è in crisi? Non si direbbe, a giudicare quello che è riuscito a portare in campo un’associazione dal nome evocativo, Let’s run for solidarity, corriamo per la solidarietà.

Un evento di corsa, anzi un evento di corsa tutto giovanile da 0 a 15 anni al massimo, anzi un evento di corsa con tanti bei talenti al via, ma con l’unico obiettivo di fare solidarietà. Per aiutare una onlus dal nome “I fiori del bene”, per sensibilizzare alla donazione degli organi, in collaborazione con l’Ufficio locale dei trapianti presso la Asl di Chieti-Lanciano-Vasto.
E poi Aido, Università, insieme.
Non è stato un sogno, ma l’appuntamento che si sono dati sabato scorso circa 600 giovanissimi più i loro genitori e accompagnatori, cioè una folla enorme e di sei volte superiore rispetto all’edizione dell’anno passato, sul percorso vita teatino dell’Università d’Annunzio. Tante partenze in base alle fasce di età e un entusiasmo presente dal primo all’ultimo minuto, dal primo all’ultimo arrivato. I nomi? Sarebbe ingiusto farli specie per i bambini più piccoli, quindi ci limitiamo a segnalare le belle vittorie di due ragazzi già grandicelli, l’M 14 Armando Di Ciano (Lib. Rapino) e la F 14 Vanessa Tomei (Let’s run for solidarity). Ah, il nome dell’evento di atletica giovanile, un po’ americaneggiante per una giornata unica nel suo genere: Yes, We Run.

PAOLO SINIBALDI – UFFICIO STAMPA YES WE RUN

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>