Alimentazione — 03 novembre 2004

Il peso corporeo è l’espressione  del bilancio energetico tra entrate ed uscite caloriche. L’energia viene introdotta con i cibi e utilizzata dal corpo sia durante il riposo (metabolismo basale)  e sia durante l’attività fisica. Se si introduce più energia di quanta se ne consuma, l’eccesso energetico viene immagazzinato sotto forma di grasso con conseguente aumento di massa corporea; il contrario porta ad una diminuzione di peso.
La percentuale di grasso nei maschi non deve essere superiore al 15-17% , nelle donne non deve superare il 25-27%. Per gli atleti, tali valori devono essere rispettivamente per uomini e donne inferiori al 12-15% e al 18-20%.
Esistono diverse formule, metodi e strumenti per verificare il  peso ideale e la  misurazione del grasso corporeo, vediamo alcuni:

Bioimpedenza
L’analisi dell’impedenza bioelettrica (BIA) avviene attraverso  una piccola apparecchiatura che misura il grasso corporeo basandosi sul principio che la conduttività elettrica è maggiore nel tessuto magro rispetto al tessuto adiposo, in quanto la massa magra contiene tutta l’acqua e gli elettroliti del corpo. Si ottiene quindi un’analisi  della composizione corporea attraverso l’impedenza bioelettrica.

Plicometria
Questa metodica, consente  la misurazione, attraverso il “plicometro”, uno speciale calibro dello spessore delle pieghe (“pliche”) della pelle in punti ben precisi del corpo. Lo spessore della pelle, infatti, aumenta quando un individuo ingrassa, mentre si assottiglia quando dimagrisce e, in base a formule messe a punto da vari studiosi, è possibile risalire con buona precisione alla percentuale del tessuto grasso.

Bilancia Impedenziometrica
Anche questo strumento si basa sul principio che la conduttività elettrica è maggiore nel tessuto magro rispetto al tessuto adiposo, infatti dopo aver visualizzato la pesata, lancia un segnale di corrente a bassa intensità lungo il corpo per rilevare la quantità  di tessuto adiposo presente nel corpo.

Se non sei in possesso di uno di questi strumenti puoi conoscere il tuo peso ideale  calcolando l’indice di Massa Corporea (BMI)

BMI

Il BMI (Indice di Massa Corporea) è sicuramente un indice semplice da calcolare ma tuttavia resta un calcolo approssimativo e indicativo poiché non può determinare le percentuali della massa magra e di quella grassa e non tiene conto del  tipo di costituzione fisica . E’ un indice che mette in rapporto il peso corporeo con l’altezza: Peso corporeo espresso in kg diviso altezza in metri al quadrato.
Esempio: Se il tuo peso è 80 kg e l’altezza è 160 cm. il tuo B.M.I. sarà: 80 : (1,6 x 1,6) = 31,25 (Obeso)
Ad ogni valore del BMI corrisponde una particolare condizione:
 























> 40 Sovrappeso di 3° grado Grave obeso
30-40 Sovrappeso di 2° grado Obeso
25-30 Sovrappeso di 1° grado Sovrappeso
18,5-25 Peso ideale Normale
< 18,5 Sottopeso Magro

Esistono poi alcune formule matematiche abbastanza semplici, studiate per calcolare il peso ideale. Queste formule forniscono dei valori validi soltanto in prima approssimazione. Qui sotto riportiamo una delle più attendibili, la formula di Lorenz:
Maschi Peso= altezza (cm) – 100- (altezza – 150)/2
Femmine Peso= altezza (cm) – 100- (altezza – 150)/4


Autore: Nicola Peluso

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>