Anteprima slide — 23 ottobre 2012

Venezia, 23 ottobre 2012 – La Venicemarathon, presentata ufficialmente questa mattina nelle eleganti sale del Casinò di Venezia, domenica 28 ottobre taglierà il traguardo della 27a edizione e sarà sicuramente ricordata come l’edizione dei record. Da record sono, infatti, i numeri degli iscritti che hanno raggiunto per la prima volta nella storia quota 8.000; i 12.000 partenti alle Family Run, le due corse non competitive di Mestre e Dolo del sabato mattina; i 50.000 euro di fondi raccolti nell’edizione 2011 e destinati ai tre progetti benefici sostenuti dalla maratona (Run For Water – Run for Life, Bimbingamba e Run To End Polio), e da record sono infine i 7.448.476 euro di indotto economico generato dalla maratona dello scorso anno sul territorio. Invariato il percorso rispetto allo scorso anno, con il passaggio in Piazza San Marco che sarà solo l’highlight di un tracciato spettacolare che dalla Riviera del Brenta giunge a Riva Sette Martire, con il tradizionale e suggestivo attraversamento del Canal Grande sul tradizionale ponte di barche che collega la punta della Salute ai Giardini Reali. In caso di acqua alta in Piazza San Marco, la macchina organizzativa predisporrà il percorso B, anch’esso certificato Iaaf.

Il Presidente Piero Rosa Salva, dopo aver virtualmente consegnato il testimone a quelli che saranno i protagonisti della Venicemarathon, si è soffermato sulla continua evoluzione e sulle novità che contraddistinguono questa 27esima edizione: “La Venicemarathon è un evento in continua crescita sia da un punto di vista quantitativo, e mi riferisco agli 8000 iscritti alla Maratona e ai 12.000 alle Family Run, sia da un punto di vista qualitativo. La manifestazione è diventata infatti un evento sempre più internazionale e capace di arricchirsi di nuove motivazioni come ad esempio l’importante collaborazione con la Biennale”.
Quest’anno, infatti, per la prima volta tutti i partecipanti alla Maratona troveranno nel pacco gara un coupon valido come ingresso alla Biennale e all’interno di Exposport sarà interessante partecipare ai laboratori pratico-creativo ‘Common PlayGround’ focalizzati sulle tematiche della 13° Mostra Internazionale di Architettura “Common Ground”. Un pullman personalizzato Biennale stazionerà poi all’interno del Parco San Giuliano, nei pressi del quale si svolgeranno attività ludico-creative per il pubblico.

Grande entusiasmo sulle potenzialità di crescita della maratona sono state espresse dal Sindaco di Stra Mario Collini: “Noi in partenza possiamo spingerci ad ospitare 12.000 atleti, per cui diamo già da ora la nostra disponibilità a far crescere ancora di più la Venicemarathon”.

Maratona come vetrina e promozione, questo il binomio usato dall’Assessore al Turismo del Comune di Venezia Roberto Panciera che ha sottolineato come la Venicemarathon contribuisce a creare turismo di qualità sul territorio, mentre l’Assessore allo Sport Andrea Ferrazzi, esprimendo il suo apprezzamento per i livelli raggiunti dalla manifestazione, ha evidenziato l’importante sostegno che il Comune fornisce all’organizzazione in termini di mezzi, uomini e risorse.

Amico della maratona di Venezia sarà ancora una volta Alessandro Zanardi. Dopo l’emozionante impresa dello scorso anno che vide l’ex pilota di Formula 1 trainare lungo i 42 chilometri del percorso la carrozzina dell’amico Francesco Canali affetto da SLA, quest’anno il bicampione paralimpico correrà assieme a Eric e Sara, due giovani rappresentanti del nuovo progetto sportivo Bimbingamba Sport – Scintille di vita. “Alex – racconta Sergio Campo, dell’Associazione Niccolò Campo – vuole lanciare anche quest’anno un messaggio forte e lo farà dando il via ufficiale al nostro nuovo progetto sportivo che ha come obiettivo quello di dare la possibilità a ragazzi riaffacciarsi alla vita attraverso le emozioni dello sport. Grazie a GS Gestione Sinistri che ci ha donato due nuove handbike, domenica Alex si porterà con sé in gara Sara, diciottenne pavese colpita da mielite ed Eric, diciasettenne di Pergine Valsugana rimasto tetraplegico dopo un’incidente. Il giovane trentino non ha la forza di concludere una maratona da solo per cui Zanardi sta predisponendo la sua handbike in modo da potersi posizionare dietro a quella di Eric e spingerlo nei tratti più duri”.

La gara dei top runners sarà ancora una volta teatro di un’accesa sfida tra Kenya ed Etiopia sia in campo maschile che femminile. Cercherà di bissare il successo dello scorso anno l’etiope Tadese Tolesa Aredo, mentre in campo femminile torna l’etiope bronzo nella passata edizione Fantu Jimma Eticha, ma occhi puntati anche sull’altra etiope Emebt Etea Bedada, Campionessa Mondiale a squadre di Mezza Maratona. Tra gli italiani al via, Giuliano Battocletti e il campione italiano 2012 dei 10 Km su strada Domenico Ricatti, mentre tra le donne ci saranno la campionessa italiana di Maratona 2011 Martina Celi e la specialista delle ultramaratone Monica Carlin.

Per la prima volta nei suoi ventisette anni di storia, Venicemarathon gestirà direttamente la produzione televisiva della gara, che andrà in onda domenica mattina su La7 con oltre 3 ore di trasmissione. “Ci impegneremo a raccontare la gara attraverso prestazioni, tempi, fatica ma cercheremo anche di testimoniare le emozioni vissute dai tanti amatori sul percorso” queste le parole di Roberto Bernabai, responsabile area sport della redazione giornalistica e presente oggi in sala.

Ricchissimo anche quest’anno il calendario di eventi collaterali. Si inizia giovedì 25 ottobre alle ore 16 con l’inaugurazione di Exposport al Parco San Giuliano di Mestre e si prosegue venerdì 26 con il Coni Open Sport, l’iniziativa di promozione sportiva dedicata agli studenti. Sabato 27, alle 10, i protagonisti saranno i giovani delle due Family Run con Stefano Baldini, Bebe Vio, Giusy Versace e Martina Caironi, mentre il pomeriggio sarà dedicato al Convegno ‘L’indotto di grandi eventi sportivi – Case history: Venicemarathon e Gran Premio di Formula 1 di Monza’ a cura della Camera di Commercio di Venezia e A.S.D. Venicemarathon Club.

Erano presenti in sala questa mattina anche: Raffaele Speranzon, Assessore allo Sport della Provincia di Venezia; Osvaldo Zucchetta, Consigliere Nazionale Fidal, Gianfranco Bardelle, Presidente Coni Veneto, Giovanni Paolo Valente, Presidente Fidal Veneto, Vito Vittorio Presidente Fidal Provinciale; Vittorio Ravà, Amministratore Delegato Casinò di Venezia e Lorenzo Cortesi, Segretario Generale Venicemarathon Club.

VENICEMARATHON IN PILLOLE

Record d’iscritti
Da record sono i numeri degli iscritti saliti quest’anno a 8.000, 1.000 in più rispetto la passata edizione, con iscrizioni già chiuse al mese di maggio. Da record sono anche gli iscritti stranieri, che salgono ad oltre 2.000 con 63 nazioni presenti e il numero di donne partecipanti che ha raggiunto quota 1.403. I paesi più rappresentati, dopo l’Italia, sono la Francia, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Tra le regioni italiane, dopo ovviamente il Veneto, si posizionano la Lombardia e l’Emilia Romagna, mentre le province più numerose sono Venezia, Padova, Treviso e Milano.

Curiosita’ iscritti
I nomi italiani più comuni sono: Silvia per le donne e Andrea per gli uomini. In campo internazionale: Catherine e David. In termini di età, gli atleti più maturi sono Amilcare di 83 anni ed Eleonora di 73, mentre i più giovani sono Andrea di 20 anni e Cloesiana di 21. Tra gli stranieri, il più anziano è Yves di 77 anni e la più anziana Raymonde di 70 anni, mentre i più giovani sono Daniel di 20 anni e Julie di 21 anni. Il giorno della maratona saranno in 40, tra uomini e donne, a festeggiare il compleanno. Tra le professioni indicate dagli iscritti, spicca quella di Danilo: sacerdote. I gruppi sportivi più numerosi sono il Venicemarathon Club con 64 iscritti, la Polisportiva Biancazzurra Pettinelli con 63, la Essetre Running con 61 e il Brema Running Team con 56 iscritti.

La produzione televisiva
Per la prima volta nei suoi ventisette anni di storia, Venicemarathon gestirà direttamente la produzione televisiva della trasmissione, che andrà in onda domenica mattina su La7 e consentirà una copertura completa della gara, con un occhio di riguardo non solo per i top runners, ma anche per le migliaia di amatori. Il coordinamento delle oltre 60 persone coinvolte sarà a cura di Infront Sports & Media, azienda leader nel settore dei diritti e della produzione televisiva di eventi sportivi, che oltre ad essere advisor della Lega Calcio gestisce i diritti della gare FIS di sci alpino e nordico.
Lungo il percorso saranno posizionate 9 telecamere fisse (1 alla partenza, 2 al Parco San Giuliano, 6 nel tratto finale a Venezia) alle quali si aggiungeranno le immagini trasmesse da 3 moto e da un elicottero con telecamera Cineflex. Il tratto delle Zattere sarà ripreso anche da telecamere montate su una bicicletta e su un motoscafo, per consentire inquadrature inedite. Per permettere ai giornalisti de La7 di svolgere al meglio il proprio lavoro, sono state inoltre previste telecamere a spalla alla partenza, a San Giuliano e all’arrivo.
La regia principale sarà all’interno della Unit 18-HD di Telerecord, posizionata su un pontone galleggiante ormeggiato in Riva Sette Martiri, mentre sia a Stra sia al Parco di San Giuliano saranno collocate regie ausiliarie.

Prima e durante la maratona
La gara sarà ancora una volta aperta dalla sfilata motociclistica “Harley Davidson & Custom Bikes” organizzata dall’associazione Ancient Dragons, mentre il passo degli atleti sarà scandito dai gruppi Rock, Pop e Blues di “Anima la Maratona” e dai tanti tifosi, che si attrezzeranno con pentole e strumenti musicali improvvisati per incitare i maratoneti. Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Assessorato al Commercio del Comune di Venezia e l’Associazione Commercianti di Piazza San Marco, durante il passaggio in Piazza San Marco gli atleti potranno godere anche della musica delle famose orchestre degli storici locali che si affacciano sulla Piazza.

Una maratona di numeri
Sono più di 8.000 le t-shirt tecniche preparate da Asics per gli atleti partecipanti alla Venicemarathon, alle quali si aggiungo altri 5.000 capi di abbigliamento (tra t-shirt, gilet e jacket, in tessuto tecnico e dagli accattivanti colori) destinati a staff e volontari. Acqua San Benedetto fornirà 75.000 bottigliette e 10.000 bicchieri, mentre saranno quasi 30.000 i litri di Gatorade (tra bottiglie per pacchi gara e ristoro finale, e l’integratore servito in 60.000 bicchieri ai ristori) che mette anche a disposizione degli atleti 10.000 teli termici da indossare dopo l’arrivo. Palmisano fornirà 14.000 confezioni di biscotti “Bussolai” da inserire nei pacchi gara, 8.000 confezioni di barrette alle mandorle per il ristoro finale, 20.000 pezzi di biscotteria tradizionale sfusa per i ristori lungo il percorso e 1.200 confezioni per l’Area Ospitalità. Infine Coldiretti offrirà 20 quintali di mele e 20 quintali di arance. Arricchiranno i ristori anche 35 quintali di banane provenienti dal Sud America. Renault metterà a disposizione 10 furgoni e 20 auto per gestire al meglio la complessa logistica dell’evento, che si avvale anche dell’official carrier Air France.
Per il trasporto delle sacche, che gli atleti consegneranno alla partenza per poi ritrovarle in arrivo, saranno impiegati 8 autotreni, 10 barche e 100 persone dedicate.
Lungo il percorso, il ponte di barche appositamente realizzato per la gara è lungo166 metri e largo 3,6 metri, posto ad una altezza di 1,2 m dal livello dell’acqua ed è composto da 7 moduli e 14 galleggianti che lo sorreggono. Per garantire la sicurezza degli atleti e chiudere strade ed incroci verranno utilizzati 40 km di nastro segnaletico, oltre 10.000 metri di transenne e saranno impegnati più di 2.000 volontari a presidio di incroci, ristori e spugnaggi. 20.000 saranno le spugne utilizzate e prontamente raccolte dai volontari. Il primo soccorso sarà garantito da 1 motomedica, 2 automediche, 7 ambulanze, 3 idroambulanze, 10 squadre di pronto intervento a piedi, 10 squadre di pronto intervento in bicicletta all’interno del Parco di San Giuliano e 3 postazioni fisse. Complessivamente, saranno a sostegno del soccorso della gara 7 medici, 21 infermieri professionali, 40 soccorritori della Croce Verde.
Per trattare eventuali problemi muscolari vi sarà inoltre all’arrivo un servizio di Assistenza Fisioterapica, gestito da Natura House – Leopard Sport, con 15 fisioterapisti, che si affiancherà all’area destinata al recupero attivo con gli elettrostimolatori Compex.

Pasta e Fagioli Party
Novità di quest’anno sarà il Pasta e Fagioli Party, offerto nella splendida sede de La Serra dei Giardini, che rifocillerà gli atleti al termine della maratona con un piatto tipico della tradizione veneziana come la pasta e fagioli in collaborazione con Pasta Zara e Coldiretti. Giovedì 25 ottobre la cooperativa sociale Nonsoloverde invita tutti i bambini della cittadinanza veneziana ad abbellire il percorso finale della maratona con fiori e fioriere assieme ai giardinieri de La Serra dei Giardini

Premi speciali
Le prime tre donne e i primi tre uomini saranno premiati con trofei in vetro di Murano appositamente realizzati dal Consorzio Promovetro. Il primo veneziano e la prima veneziana che taglieranno il traguardo di Riva Sette Martiri saranno premiati da Banco San Marco mentre il premio speciale Trofeo Sprint sarà consegnato da Il Gazzettino all’atleta del Veneto o del Friuli Venezia Giulia che supererà per primo la linea d’arrivo. E proprio su Il Gazzettino di lunedì 29 ottobre saranno disponibili le classifiche complete, pubblicate in esclusiva.

Servizio foto e video personalizzato
Le foto ufficiali della 27ª Venicemarathon verranno realizzate da MarathonFoto, fornitore delle più importanti maratone mondiali tra cui Berlino, Londra e Boston, e saranno disponibili per gli atleti nei giorni immediatamente successivi alla gara. Sabato 27, alle 18:30, presso lo stand MarathonFoto all’interno di Exposport ci sarà l’estrazione: “Vinci le tue foto ricordo alla 27a Venicemarathon”, con in palio il pacchetto digitale con tutte le foto della maratona.
Il servizio video sarà invece realizzato da MySports e consentirà a tutti i partecipanti di vedere il proprio filmato personalizzato nelle 24 ore successive alla maratona, con riprese effettuate nei tratti più significativi del percorso. Gli highlights saranno visibili a tutti gli atleti, grazie alla sponsorizzazione del servizio da parte di Asics.

Classifiche e tecnologia di cronometraggio
Le classifiche saranno elaborate da Timing Data Service attraverso l’utilizzo esclusivo di un sistema elettronico (soluzione consentita dal regolamento IAAF entrato in vigore dopo il Campionato Mondiale di Corsa su Strada del 2007). Il transponder (comunemente chiamato “chip”) apposto sul pettorale dei maratoneti verrà rilevato dalle antenne posizionate a terra, che registrano il passaggio e consentono di calcolare immediatamente la classifica parziale e finale. I tempi di passaggio degli atleti potranno essere seguiti su internet in tempo reale sul sito www.tds-live.com.

Official timing
Il tempo di maratona sarà scandito dagli orologi Suunto, official timing della corsa. Gli atleti potranno inoltre usufruire del Suunto Pacing Team, costituito da gruppi di corridori, facilmente riconoscibili grazie a palloncini colorati, che facendo l’andatura ad un ritmo costante garantiscono di terminare la gara in un tempo prestabilito. Queste le fasce orarie: 2h50’ – 3h00’ – 3h10’ – 3h20’ – 3h30’ – 3h40’ – 3h50’ – 4h00’ – 4h15’ – 4h30’ – 5h00’ – 6h00’.

Trasporti per gli atleti
Grazie alla preziosa collaborazione con il gruppo Actv sarà a disposizione per tutti gli atleti un servizio navette sia per il trasporto verso la partenza sia per il rientro dall’arrivo verso i punti di raccolta. Le navette partiranno dalla zona del Tronchetto e dalla stazione ferroviaria di Mestre la mattina prima della corsa. Terminata la gara, gli atleti potranno usufruire di un trasporto lagunare che li riporterà nella zona del Tronchetto e da lì di autobus riservati per raggiungere la partenza o la stazione di Mestre. Tutti i trasporti nei mezzi riservati sono gratuiti ed esclusivamente per i maratoneti.

Convegno “Storie di Sport”
Nell’ambito degli eventi collaterali di Venicemarathon, mercoledì 24 ottobre alle ore 20:45 Villa Foscarini Rossi a Stra ospiterà la tavola rotonda “Storie di Sport” promossa e organizzata dalla Atletica Riviera del Brenta, ASD Venicemarathon Club, Dolo Sport e dall’Assessorato allo Sport e alla Cultura del Comune di Stra. Racconteranno la loro storia Andrea Marcato, nuotatore Campione del Mondo Master (M35), Alvise De Vidi, argento suoi 100 m. alle ultime Paralimpiadi di Londra, Ruggero Pertile, il maratoneta padovano 10° ai Giochi di Londra, Vittorio Carrara pluricampione del Mondo Master di Scherma e Eleonora Calzavara, medaglia d’argento ai recenti campionati italiani cadetti di Jesolo.

Nella foto di Matteo Bertolin, da sinistra si riconosce: Mario Collini, Enrico Jacomini, Raffaele Speranzon, Piero Rosa Salva, Roberto Panciera, Andrea Ferrazzi, Lorenzo Cortesi e Stefano Fornasier.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>