slide TuttoCampania — 27 ottobre 2014

valleNormale che Alessandro de Lucia, nei giorni di avvicinamento a quello fatidico della gara, fosse in totale fibrillazione, visto quanto si andava a prospettare dal punto di vista numerico, di parteciapzione, in vista della Maratonina della Mela Annurca e della Maratonina Vanvitelliana. Quasi 1800 atleti iscritti, 2 gare da gestire, percorsi da sigillare, assistenza da garantire a tutti, premi da consegnare: sì, normale davvero essere in totale fibrillazione in vista di tutto questo. A fine gara però, tirando le somme, tutto è filato liscio, tutto è stato realizzato secondo i programmi. Qualche problema di abbondanza al via, con una partenza resa complessa da qualche intralcio causato da forze esterne, ma alla resa dei conti anche la difficoltà oggettiva della partenza è stata superata, con un fiume di atleti che ha invaso Valle di Maddaloni, si è portato in zona periferica di Sant’Agata de Goti (la 12 km) oppure ha totalmente attraversato il comune Beneventano (la 25 km) per poi godere della maestosità dei Ponti della Valle, dei Ponti Vanvitelliani (Patrimonio Mondiale per l’unesco) e giungere all’arrivo, affaticati ma orgogliosi di avercela fatta, e magari fatto anche un buon tempo.

Gara

Meravigliosa giornata di sole a Valle di Maddaloni, umidità nella norma del periodo (quindi buona), percorsi complessi dal punto di vista tecnico, ma proprio per questo più selettivi, con gli atleti migliori della Campania (solo pochi gli assenti all’appello) distribuiti sulle due distanze. La 12 km (per la precisione 11.850 metri) con il classico muro posto a poco più di 2 km dal via, e la 25 km caratterizzata da un continuo saliscendi fino a sant’agata, per poi portare gli atleti nella parte alta del percorso, e qui gran parte pianura e discesa fino all’arrivo (solo gli ultimissimi metri in leggera ascesa).

La gara “breve” alla fine è andata a Gilio Iannone (3’16” a km per lui) e Annamaria Vanacore (4’00” di media per l’atleta di Scafati). A seguire, nella composizione del podio: El Mouaddine Abdelouab e un grande Mario Cirillo, da Agropoli ed a fare compagnia alla Vanacore, Fatima Moaaouyah e Francesca Palomba.

Nella 25 km registro subito una partenza fulminante di Ismail Adim. Ismail parte convinto, punta alla vittoria, ma ha calcolato male il valore sempre straordinario di AbdelKebir Lamachi, valore che poi ha fatto la vera differenza. Abdel è venuto apposta dalla Sardegna per correre a Valle, ma per anni è stato assoluto protagonista delle gare in campania. Non si ha per caso 2h11’ di personale sulla maratona, e questo l’abbiamo tutti notato all’arrivo. Vittorio per Lamachi quindi, con 1h20’32” finale, con Ismail comunque bravo a tenersi la seconda posizione (a 30” dal leader), e Youness Zitouni buon terzo, ma con problemi muscolari all’arrivo. Segnalo la gran prova di Hadam Marek, ragazzo della scuderia del team Il Laghetto. Grandi passi cronometrici in avanti fatti da questo ragazzo negli ultimi mesi, frutto di impegno e voglia di migliorare. Quarto il ragazzo Ucraino, con 3’25” di spessore quale media finale.

Gara femminile senza nessuna storia. Troppo il divario tra la Siham Laraichi e le altre. Troppa anche la generosità della ragazzo Marocchina: potrebbe gestirsi meglio, vincere correndo più tranquillamente, ma lei non lo sa fare e fila via fino al traguardo, giunto dopo 1h34’ dal via, con media di 3’45” a km. 11 minuti dopo la fortissima atleta del team Finanza Sport Campania, l’arrivo di un bravissima Mena Febbraio. Mena ha saputo rintuzzare gli attacchi di Tina Franzese (tra loro c’è stata gran battaglia agonistica) e fare la definitiva selezione negli ultimi km. Mena quindi 2^, con la Franzese in terza posizione.

All’Amatori Marathon Frattese e al team Road Runners Maddaloni le classifiche per società, rispettivamente della 25 e 12 km.

Alessandro De lucia, e con lui lo staff di collaboratori, hanno onorato al meglio la 10^ edizione della doppia gara di Valle. La fibrillazione non poteva mancare, ma a bocce ferme, la stessa fibrillazione oggi si è trasformata in giusto orgoglio per averci saputo fare e offrire a tutti una splendida mattinata di Sport.

Marco CasconeMarco Cascone 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>