Maratone e altro — 27 maggio 2010

Abbiamo contattato alcuni azzurri reduci da Brive per raccogliere le loro impressioni, che hanno concorso alla scrittura degli articoli pubblicati sull’avvenimento.


Da Tiziano Marchesi abbiamo ricevuto il testo che pubblichiamo integralmente, col suo consenso, non solo per completezza d’informazione ma anche perchè contiene alcuni spunti che altri podisti potrebbero, se credono, commentare.


CIAO FRANCO, PERDONAMI MA DA QUEST’ANNO HO DECISO DI NON RILASCIARE


NESSUNA INTERVISTA A NESSUNO .


QUESTA MIA SCELTA E’ UN SEGNO DI RISPETTO NEI MIEI CONFRONTI, CHE OLTRE A SVOLGERE UNA VITA REGOLARE, LAVORO,CASA FAMIGLIA, CI METTO DENTRO TANTI DI QUEI SACRIFICI CHE MI VERGOGNO A RACCONTARLI.


NON HO SPONSOR, NON HO NESSUNO CHE MI SOSTIENE, ALMENO UN MINIMO DI


AIUTO PER QUELLE DUE O TRE VOLTE ALL’ANNO CHE COMPIO DELLE IMPRESE,


QUINDI PER NIENTE NON FARO’ PIU’ NULLA ,E PER NULLA FARO’ QUELLO CHE


MI PARE .


PERDONAMI QUESTO MIO SFOGO MA SE NESSUN ATLETA NON INIZIA A PUNTARE I PIEDI COME STO’ FACENDO IO PERSONALMENTE ORA ARRIVATI A QUESTO LIVELLO NAZIONALE E MONDIALE CONTINUEREMO A CORRERE COME DEI BACCALA’.


PUBBLICA PURE QUESTE MIE RIGHE PERCHE’ TUTTI GLI ITALIANI DEVONO


SAPERE CHE IL NOSTRO SACRIFICIO PER LA NAZIONALE NON E’ RIPAGATO


MA E’ SOLO UNA PASSIONE E AMORE PER LA CORSA.


UNA VERA INGIUSTIZIA QUANDO SI PENSA A TUTTO QUEL DENARO CHE VA A FINIRE NEL CALCIO.


 


                              


 

Autore: Franco Anichini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>