Cronaca — 24 ottobre 2006

Un Trofeo Vanoni veramente eccezionale ed emozionante quello che si è svolto domenica 22 ottobre 2006 a Morbegno (SO) grazie alla precisa e puntuale organizzazione del G.S. CSI Morbegno IVC. Un appuntamento che ogni anno viene atteso dai tantissimi appassionati di corsa in montagna e dall’intera città di Morbegno. Già alla vigilia ci si aspettava un’edizione da record grazie alle 128 staffette, 44 donne e 216 giovani iscritti alle tre gare previste dal fitto programma, ma la realtà è andata oltre ogni più rosea aspettattiva. Ci si attendeva la risposta del C.S. Forestale dopo la debaclè dello scorso anno e così è stato, grazie all’impegno corale della squadra di Gianbattista Scanzi, ma soprattutto a due grandi atleti della corsa in montagna come Mariagrazia Roberti e Marco De Gasperi. Sono stati loro a Morbegno i veri protagonisti: Roberti per aver nuovamente vinto il Vanoni a distanza di 7 anni dal suo ultimo successo e a conclusione di un’ottima stagione che l’ha vista vincere, a quarant’anni, il titolo italiano di specialità, De Gasperi per aver dimostrato ancora una volta, dopo un 2005 tribolato, che campioni si nasce e che stravincere il Vanoni con un tempo record (28’45’) che definire eccezionale è forse ancora limitativo (primo atleta a scendere sotto il muro dei 29 minuti) è un’impresa che resterà indelebile nella nostra memoria. Il successo del C.S. Forestale è stato accolto con un boato dai numerosi spettatori che hanno affollato il rettilineo finale: per il bormino De Gasperi la centralissima via Vanoni è stata una passerella trionfale che ha consegnato alla storia un’impresa memorabile. I britannici, vincitori per la prima volta lo scorso anno e desiderosi di bissare il successo erano partiti alla grande, conducendo la gara fin dalle prime battute e per 2 frazioni con Andi Jones (terzo miglior tempo invidividuale con 30’06’) e Ian Holmes (capace di correre il Vanoni a 41 anni in 30’30’). Nella terza ed ultima frazione Andrew Peace non ha saputo resistere all’incredibile rimonta che già Emanuele Manzi aveva cominciato, dopo l’opaca prestazione di Marco Agostini, e che De Gasperi portava a compimento con un tempo finale di 1h30’56’. Il podio era completato da una grande prova da parte del terzetto dell’Atletica Valle Camonica composto da Andrea Agostini, Alessio e Marco Rinaldi (1h31’54’); alle loro spalle sono giunte l’Atletica Valli Bergamasche in 1h32’28’ (Bonetti, Zanaboni, Lanfranchi), abbonata al quarto posto al Trofeo Vanoni, e la Francia (1h33’03’) con Thierry Icart, Regis Roux e Julien Rancon (unico altro atleta a scendere ieri sotto i 30 minuti con 29’48’). Da sottolineare anche l’ottimo 6° posto della Repubblica Ceca (Skalsky, Havlcek, Pleticha) che a lungo ha lottato nelle primissime posizioni. Prima staffetta della provincia di Sondrio, quella dell’ADM Melavì Ponte che ha conquistato l’8° posto finale, ma che con Alain Bonesi e Graziano Zugnoni è rimasta lungamente in terza posizione. Per la società organizzatrice, il G.S. CSI Morbegno IVC, buon 11° posto grazie a Giovanni Tacchini, Roberto Gobbi e Stefano Sansi.


 


23° VANONI FEMMINILE


Il podio della gara femminile è la fotocopia di quello maschile: vittoria per l’inossidabile Mariagrazia Roberti (C.S. Forestale) che, dopo aver scollinato in seconda posizione, ha letteramente volato in discesa per tagliare trionfante e felicissima il traguardo dopo 22’54’ di gara. Alle sue spalle, Mary Wilkinson della Gran Bretagna (23’08’) che ha preceduto di pochi secondi una Cristina Scolari partita a spron battuto e alla testa della corsa fino a fine salita. A seguire, Angela Serena dell’Atletica Valle Brembana (23’57’), Paola Romanin dell’US Aldo Moro Paluzza (24’23’) e la campionessa italiana juniores Alice Gaggi del G.S. Valgerola Ciapparelli (24’27’). Prima atleta del G.S. CSI Morbegno IVC, Cinzia Zugnoni che, nonostante la febbre, ha chiuso in 21ª posizione con il tempo di 29’06’.


 


29° MINIVANONI


Promossi a pieni voti anche i nuovi tracciati del Mivanoni sui quali si sono dati battaglia più di 200 giovani atleti. Per loro l’emozione di correre là dove nel pomeriggio si sono sfidati i grandi campioni della corsa in montagna. La gara più emozionante è stata sicuramente quella degli allievi dove il bianco-rosso Marco Leoni ha dovuto sudare sette camicie per battere Emanuele Rampa del C.O. Piateda, ma la gara casalinga ha portato fortuna al campione regionale di specialità che in discesa ha rischiato il tutto per tutto e ha colto il successo finale. Terzo posto per il compagno di squadra Francesco Peyronel. La giornata era iniziata bene per la formazione chiavennasca che negli esordienti ha colto una bella tripletta con Raffaele Silvani, Andrea Zoanni e Alessandro Sposetti. Pronta risposta dei diavoli rossi nella gara in rosa con la vittoria di Fulvia Ruffoni davanti a Serena Gianola e Sara Lizzoli (A.S. Premana), mentre nei ragazzi è ancora il G.P. Valchiavenna Liquigas a sorridere grazie a Massimo Triulzi che ha messo dietro Tommaso Canveva (G.P. Talamona) ed Enrico Gianola (A.S. Premana). Nei pari età femminili vittoria per Ingrid Fazzini dell’A.S. Premana davanti a Roberta Gilardoni (G.P. Santi Nuova Olonio) e Giulia Buzzella (G.P. Valchiavenna Liquigas). Tra le cadette si impone ancora un’atleta di Eugenio Panatti, Mabel Tirinzoni che precede Maddalena Dioli (Polisportiva Albosaggia) e Lia Cerri (G.S. CSI Morbegno IVC). Vittoria tra i cadetti per Paolo Cassina (G.S. Valgerola), mentre Luca Del Giorgio (Mera Athletic Club) e Lorenzo Canclini (U.S. Bormiese) sono, rispettivamente, 2° 3 °. Infine, le allieve che sono salite fino al Tempietto: la bianco-blu Chiara Canclini non si è fatta sfuggire la vittoria e ha domato gli attacchi di Eleonora Tonelli (G.P. Santi Nuova Olonio) e Letizia Rasica (G.S. CSI Morbegno IVC). La vittoria del Trofeo Monsignor Edoardo Danieli è andata al G.S. CSI Morbegno IVC che ha preceduto di soli due punti il G.P. Valchiavenna Liquigas, vincitore lo scorso anno, e l’A.S. Premana.


 


Numerose le autorità presenti a questo 49° Trofeo Vanoni: oltre al sindaco di Morbegno, all’assessore provinciale Carlo Fognini e all’assessore della Comunità Montana Gianni Bertolini, sono giunti a Morbegno anche il segretario generale della World Mountain Running Association Bruno Gozzellino, il presidente regionale della Fidal Alessandro Castelli, il consigliere regionale Fidal Pierluigi Migliorini ed i tecnici nazionali del settore corsa in montagna Balicco, Salvi e Chiampo. Da tutti loro numerose parole di apprezzamento per una manifestazione veramente unica nel panorama internazionale della corsa in montagna per la tecnicità del percorso, la presenza di un folto pubblico caloroso e competente e le grandi capacità organizzative del G.S. CSI Morbegno IVC. E’ importante ricordare che la buona riuscita della manifestazione non è solo merito del gruppo sportivo capeggiato da Antonio Cornaggia, ma anche degli enti locali, dei numerosi sponsor e dei tantissimi volontari coinvolti.


 


Appuntamento quindi con la 50ª edizione del Trofeo Vanoni che si svolgerà il 21 ottobre 2007 e che sarà, oltre che gara internazionale top, prova unica del campionato italiano di corsa in montagna a staffetta.


 

Autore: cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>