TuttoCampania — 24 maggio 2009

La giornata caldissima e il tasso di umidità molto elevato ha caratterizzato il Battesimo del ‘Trofeo Città di Cercola‘. I 10km e 700 metri del tracciato non si presentavano proprio facili, con le variazioni altimetriche proposte. Ma la gran bella organizzazione, la partenza dalla nuova struttura Sportiva e lo splendido ed emozionante arrivo nella nuovissima pista hanno reso tutto molto bello, riuscendo a mettere in secondo piano persino la fatica e l’impegno profuso da ogni singolo atleta al traguardo (oltre 600).


Il Marathon Club Neapolis Vesevo è un team nuovo ma composto da giovani ma, contemporaneamente, da veri veterani dell’organizzazione: e si è visto.


La gara.


Mimmo D’Ambrosio non lascia spazio all’immaginazione degli avversari e transita sul piede dei 3’07’ al 2° km, facendo capire a tutti quale intenzione abbia in merito alla vittoria finale. Al 5° km, vista anche la parte tosta del tracciato affrontata, la media chilometrica si appesantisce e si porta sui 3’14’, per poi ritornare migliore quando ci si andava ad approssimare al traguardo (poi giunto dopo 34’30’ dal via). Una vittoria senza sussulti per il forte Carabiniere di Afragola, una vittoria ben augurante, in vista di un’impegnativa stagione estiva.


Alle spalle di D’Ambrosio una grandissima gara per Antonello Barretta, Isaura Valle dell’Irno. Antonello ha saputo mantenere costante il ritmo e lasciare inalterato il distacco subito nei primi km dal battistrada e tenerlo sui 150 metri fino alla fine. Per Antonello un 34’59’ che è sintesi di un eccellente stato di forma. Adolfo Squitieri (anch’egli dell’Isaura Valle dell’Irno) ottimo 3°, a circa 40′ dal collega di Team. Il tris di atleti Isaura è stato completato dalla prova più che positiva di Alfonso Ruocco. Alfonso, in grande evoluzione cronometrica, ha confermato tutto questo riuscendo a far sua la quarta posizione e precedere un Abdelaziz Rochdi (Napoli Nord Marathon) giunto al traguardo in crisi da disidratazione, poi ripresosi subito dopo.


La gara maschile non ha lasciato dubbi sin dal via. Lo stesso vale per la gara donne: Alessandra Insogna ha corso sul piede dei 3’58’ a km, dopo un primo passaggio al 2000 a ritmo 3’52’. Tranquilla la sua vittoria, a conferma che la bionda degli ‘Amici del Podismo Maddaloni’ sta ritrovando il passo giusto e, soprattutto, la voglia di primeggiare.


Filippa Oliva (Napoli Nord Marathon) è giunta ottima seconda, a poco più di 1′ dalla vincitrice. Sul podio, gradino basso, Rosanna Zullo dell’A.S. Roma Cus Atletica. Rosanna, al traguardo in 44’07’, dimostra sempre di saper interpretare ogni genere di gare e di essere capace di ben figurare, in ogni evento. Lo ha confermato a Cercola, con una gara superiore.


Quarta e quinta posizione per Cathy Barbati (G.P. Del Baianese) e Ania Paniak (Antares Stabia), rispettivamente in 44’19’ e 44’45’.


Il traguardo volante dedicato alla memoria di Salvatore Laureto, e posto al 5° km, è stato vinto dagli stessi protagonisti assoluti dell’evento: Alessandra Insogna e Mimmo d’Ambrosio.


La classifica per società è andata all’Amatori Vesuvio. Seconda e terza posizione per la Napoli Nord Marathon e la Road Runners Maddaloni.


Il Presidente Enrico Russo e l’intero staff del Marathon Club Neapolis Vesevo hanno dato luce ha una nuova creatura organizzativa. Vista la prima edizione, si è trattato di una luce abbagliante, come abbagliante è stata la domenica mattina vissuta a Cercola.


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>