Approfondimenti slide — 21 agosto 2014

transStamane, al mio risveglio, il primo pensiero è quello di inviare in redazione gli articoli e le registrazioni della prima tappa. Ma ahimé, nonostante i nostri sforzi ogni tentativo di connessione fallisce miseramente.

Quindi sono costretta a subire una mezz’oretta di lagna, nonostante le ore piccole fatte ieri per completare i tre articoli. Aldo si lamenta di questo imprevisto e non riesce a spiegarsi la motivazione che impedisce alla sua modernissima e tecnologicamente avanzata attrezzatura di collegarsi e inviare il tutto.

La responsabile dell’albergo, Angela di nome e di fatto, immediatamente si allerta e cerca di risolvere personalmente il problema, ma non riuscendoci , chiama addirittura un esperto programmatore informatico, Pierluigi, che si precipita in albergo.

Al malcapitato basta una rapida occhiata per rendersi conto del problema e … dell’età del nostro portatile, chiama Aldo e timidamente, con gli occhi gonfi di lacrime e tanto imbarazzo gli dice “ Mi dispiace, è venuta la sua ora … Aldo ò può pur jettà sto computer, ha fatto il suo tempo!”.

Agonizzante dal dolore e mortificato, lo lascio lavorare e spedire i lavori con il suo ultra-moderno portatile. Intanto mi soffermo con Domenico, responsabile del ristorante, e apprendo, con grande soddisfazione che oggi mangeremo pasta e fagioli con cozze.

Noooo, lo hai esasperato! Fino a quando non sei riuscito ad ottenere quello che volevi “PASTA E FAGIOLI CON LE COZZE!” ma a Salvatore non lo convinci …

Continuando il mio lavoro ai fianchi, riesco a strappargli la promessa che domani, giornata di riposo, lui ci preparerà la mitica “ZUPPA DI PESCE!”

E a quel punto sono corsa fuori ed ho strappato il povero Domenico dalle grinfie di Aldo, il quale cercava di spiegargli che la zuppa di pesce, preparate per poche persone, non ha lo stesso sapore, ma, e lui non lo sapeva, Aldo sarebbe stato capace di convincere tutti gli ospiti dell’hotel a mangiare “zuppa di pesce”.

Finalmente, alle 11,45 riusciamo a raggiungere la spiaggia, ma abbiamo perso le tracce di Francesco e Imma, ed anche il sole ci ha abbandonato.

A questo punto Salvatore puntualizza :” Non solo il computer … è la giornata ideale per la tua abbronzatura Aldo!”

Decidiamo allora di tornare alla base e assaporare le delizie della casa. Oggi per me pasta e fagioli con le cozze e seppie alla brace con pomodorini all’insalata. Per Marilisa e Salvatore pesce spada alla griglia e insalata mista. Intanto arrivano Francesco e Imma, che fanno anch’essi onore alla tavola.

Ci accorgiamo, dopo una grande cocomerata, che sono già le 15,20 … ma io devo gareggiare! Fra meno di 40 minuti le navette ci attendono per accompagnarci a Trentinara. Ed anche Salvatore ha deciso di correre, nonostante il tempo inclemente che già ci bagna con le prime gocce d’acqua.

Dopo un’ora esatta siamo in viaggio alla volta di Trentinara in compagnia di Francesco e consorte, del campione italiano della 100 km con moglie e figlia, Marianna Biancardi e famiglia, quando all’improvviso sono chiamato a fare da moderatore ad una strana disputa “ Ma il maschio della capra si chiama zimbero o zembero?”. Dopo un’ampia discussione troviamo un traballante accordo “ognuno a casa sua lo chiama come vuole”. E con questo spirito, rinfrescati dalla leggera pioggerellina che ha cominciato cadere, vi diamo appuntamento a domani.

aldo1

Da Agropoli per Podistidoc Aldo Cavuoto e Marilisa Carrano

 foto Silvio Scotto Pagliara

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>