Cronaca slide — 25 agosto 2013

Termina la settimana di gare, gli ultimi saluti di chi parte; svanisce il sogno dell’atleta-autostoppista

felittoUna lunga notte nella frescura di Felitto ha chiuso la Transmarathon. E’ quella vissuta da una quarantina di atleti e familiari, rimasti accampati sul ciglio della provinciale cilentana fino a poco prima di mezzanotte, per un disservizio causato dal servizio di trasporto al seguito della manifestazione.

Uno dei bus, che doveva accompagnarli ad Agropoli, era svanito nel buio del dopo gara e si è dovuto attendere che l’unico rimasto facesse la doppia spola Felitto-Castel S. Lorenzo-Felitto. Una conclusione amara, dopo 8 ore di trasferta. Solo l’allegria del gruppo, che doveva rientrare nelle case ed alberghi per la cena, ha superato i momenti di forte disagio. Alla fine saluti e baci ed un arrivederci alle prossime corse, con inviti anche da fuori regione.

Nell’ultimo giorno di gare c’è stata anche una clamorosa squalifica a carico dei concorrenti. Uno dei partecipanti è stato “pizzicato” da un giudice mentre scendeva tranquillamente da un’auto al quinto chilometro. L’atleta si era concesso un generoso sconto di percorso nella giornata conclusiva, credendo di poter risparmiare tanta strada, appaiandosi, magari, con i battistrada.

Ma il baro non è andato in porto. Sotto l’arco d’arrivo di Felitto il suo nominativo è stato subito depennato dalla classifica generale, nonostante egli avesse salutato con educazione il giudice di controllo, attraverso il finestrino della macchina che l’ospitava a bordo. Nelle foto scattate dai fotografi di Podistidoc il volto sorridente è visibile ad un suo arrivo, in una delle tappe precedenti.

La partenza della quarta tappa, vicino alla fontana dei Monaci di Castel S. Lorenzo, è stata accompagnata dai volteggi dell’elicottero con a bordo l’equipe televisiva salernitana, che ha ripreso l’evento conclusivo. Tranne l’asperità dei due chilometri finali, il percorso è stato largamente agevole. Lunghe discese tra le due cittadine hanno caratterizzato ampi tratti del tragitto.

Il raduno degli atleti è coinciso con la festa di miss sud in Campania del patròn Luigi Stabile, che a Castel S. Lorenzo ha organizzato il terzo appuntamento regionale, dopo Villammare e Giungano. Le ragazze si preparano ora alla finale di Roccadaspide del 7 settembre prossimo.

Per tradizione la Transmarathon riserva una partenza nella cittadina famosa per la festa dei 7 vini doc e per l’artigianato del vimini. Mentre nella piazzetta di Fellitto si prepara il lungo dopogara, che chiude questa tredicesima edizione, con la partecipazione di tutti i protagonisti della Transmarathon. Gran lavoro al microfono per l’impareggiabile speaker Marco Cascone, mentre gli ultimi flash dei cari amici fotografi immortalano i momenti conclusivi dell’avventura sportiva di decine di corridori, tanti venuti da altre regioni. Anche per Franco, Ignazio, Adriana, Silvio ed il direttore Nicola terminano le fatiche che li hanno portati attraverso gli itinerari del giro a tappe e nelle viuzze dei paesi attraversati, ad immortalare volti sorridenti ed affaticati, scatti atletici e stanchezza fisica di chi era in gara.

Spengono i computer ed i cronometri anche i ragazzi della Bitebyte, preziosi collaboratori dell’organizzazione, con le loro precise classifiche. L’ultimo karaoke nel pullman che nella notte ci riporta a casa è spento dalla stanchezza e da chi a quell’ora vuole solo riposare. Per la Libertas Agropoli un’altra edizione di successo; la volontà del patròn  Roberto Funicello, la sua saggezza e preparazione hanno avuto la meglio ancora una volta. L’archivio della Transmarathon raccoglie nuovi e freschi ricordi, quelli della 13^ edizione.

Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>