TuttoCampania — 23 luglio 2012

Tutto e’ cominciato all’inizio di quest’anno,quando l’inossidabile Michele Volpe (nel mondo trails “VOLPINO”),ha insistito per farci inserire nel suo circuito “TRAIL CAMPANIA”,un percorso nella nostra verde Irpinia.Io insieme ad un gruppo di amici,nell’occasione ne cito solo alcuni:il Dott.D’Angelo Domenico ,proveniente prima dal mondo bici,per poi passare alle maratone ed infine si e’ appasionato dei trails;Luce Emilio,passato da campione di corsa su pista e montagna,anche lui riaccesa la voglia di correre in montagna(perche’ chi e’ stufo di correre su strada la natura ci accoglie).Con molta caparbieta’ e con l’aiuto di amici del borgo di Aterrana abbiamo ripristinato un percorso offuscato prima da un incendio di 10 anni or sono e poi dalle nevicate successive ostruendo i passaggi (vedi foto di pulizia su Facebook “Domenico D’Angelo”) che nel tempo addietro a visto correre campioni della Campania e non.Il percorso parte dal piccolo borgo di Aterrana fraz. di Montoro sup. dopo poche centinaia di metri incominciamo a prendere quota tra i castagni,al primo scollinamento passiamo alle spalle del Santuario dell’Incoronata,una strada di pietrisco per circa 1 km ci riporta nei castagni,subito dopo ci inerpichiamo in tornanti abbastanza inpegnativi,ma avvolti dalla frescura dei faggeti.Usciamo su una spianata,qui inizia il primo tratto panoramico,dove si puo’ ammirare il golfo di Catellammare ed il Vesuvio,ancora qualche km ed inizia un tratto impegnativo su una cresta che chi ha voglia di ammirare puo’ scorciare i due golfi Salerno e Napoli.Appena scollinati ci tuffiamo di nuovo in una fresca faggeta che ci porta sino a quasi il Pizzo,usciremo di nuovo fuori per gli ultimi tornanti(che lo spettacolo inizi),siamo a quota 1560,direi un tratto delle Dolomiti,arriviamo alla chiesa di S.Michele Arcangelo (da quest’anno divenuto Santuario),qui abbiamo una visuale a 360°”I due golfi,anzi tre con quello di Agropoli,Monti dell’Accellica,Monte terminio,Montevergine,etc.etc.Appena scollinati davanti al Santuario,incominciamo a scendere per il ritorno,versante Solofra,tornanti abbastanza impegnativi ma freschi.Arriviamo a Pizzo dell’uovo(a forma di uovo)e ci rimettiamo a sx verso Aterrana,qui’ sempre tra faggete un percorso ondulato ripristinato al 100% ci portiamo ad incrociare il sentiero di salita,da adesso in poi si vola zigzagando tra faggi,betulle,querce etc.Arriviamo sulla spianata che abbiamo lasciato salendo.Pochi metri e riscendiamo i tornanti freschi ed impegnativi…..poi verso l’arrivo passando alle spalle dell’Incoronata,ancora un po’ e ci attende il borgo di Aterrana e l’ospitalita’dei residenti.

Vi Aspetto per far gioire le vostre fatiche…..
Sportivamente
Giovanni Giordano

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>