TuttoCampania — 27 gennaio 2014

stabiaAlle vecchie Terme di Castellammare di Stabia stamane, alle 8,00 del mattino, intirizziti e infreddoliti da un’aria gelida e asciutta, circa 500 temerari si sono radunati per dare vita ad un’altra allegra domenica di sport.

A fare da sfondo a questa II Edizione della “Stabiae –Aequa, un panorama mozzafiato offerto dallo splendido golfo di Napoli, di cui i podisti possono deliziarsi durante tutto il percorso. Il tracciato, 16 km, è disegnato sulle strade di Castellammare e va dalle Terme vecchie alla statale fino a raggiungere Vico Equense dov’è posto il giro di boa per poi fare ritorno alle Terme.

Come cornice centinaia di appassionati stabiesi che tanto amano questo sport e tutte le mattine corrono proprio su questi km.

Prendere la vespa per seguire la gara in moto stamane è stata una decisione coraggiosa, infatti io ed Aldo non avevamo previsto una temperatura così bassa. Ma nonostante i 4°C … imbacuccati di tutto punto, scendiamo in campo, quasi irriconoscibili nei nostri giacconi con sciarpe, guanti e perfino coperta sulle gambe! Quasi non riesco a muovermi, ma la gioia di esserci supera sempre qualsiasi disagio.

Alle 9 in punto prende il via la competizione, acclamata da centinaia di tifosi e noi, dopo aver lasciato sfilare gli atleti, seguiamo la testa del gruppo fino alla statale dove, autorizzati a procedere, raccogliamo le impressioni a caldo dei protagonisti dopo questi primi km.

Ascoltiamo diversi atleti, fino ad arrivare alla forte Annamaria Vanacore che mi stupisce e mi emoziona con le sue sentite considerazioni dedicate al suocero che attualmente sta combattendo la battaglia più difficile della sua vita. Annamaria siamo tutti vicini a te e Alfredo in questo difficile momento.

Pochi metri e sfila la romana Alessandra Scaccia che abbiamo conosciuto alla “Coast to coast” e che ci confida che il paesaggio stupendo e il luogo incantevole le hanno fatto venire voglia di gareggiare di nuovo sulle strade della nostra bella penisola. Noi siamo onorati di accogliere una forte atleta come lei.

Per non infastidire il lungo cordone che giunge alle nostre spalle, decidiamo di aspettare la testa del gruppo, che si è ristretta a tre forti atleti che hanno fatto il vuoto e lottano per la definizione del podio.

E’ emozionante seguire l’ attacco di Giuseppe Soprano che avviene a tre km dall’arrivo, quando , con un poderoso cambio di ritmo, allunga sui due inseguitori, Signorelli e Di Puoti. Un altro km e Di Puoti passa al contrattacco e a pochi metri dalla fine raggiunge e supera Giuseppe Soprano.
Bellissima gara e fantastico epilogo. Ottima decisione oggi seguire passo passo la competizione che si è rivelata esaltante ed emozionante per i vari scambi di posizione al vertice.

Questo è stato possibile grazie all’ottimo lavoro degli organizzatori che io saluto con l’augurio di ritrovarci qui il prossimo anno per la III edizione.

marilisa carrano

Per Podistidoc Marilisa Carrano

 

 

 

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>