TuttoCampania — 03 maggio 2009

Sempre spettacolare, sempre affascinante, sempre coinvolgente. La ‘Sulle Orme di Filippide‘ ha mantenuto le attese, nonostante i problemi organizzativi che hanno caratterizzato il pre gara. Una gara che fa la differenza, non a caso per lo scorso anno l’evento a firma Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi si è visto assegnare il premio Gara dell’Anno dal nostro sito.


Percorso di 9.700 metri (causa sagra contemporanea) totalmente pianeggianti, veloci e semplicemente deliziosi. Condizioni climatiche accettabili, con temperatura più che buona, assenza di vento e umidità tollerabile.


Abdelhadi Ben Khadir e Marco Calderone prima del via avrebbero dovuto dominare la scena e, alla fine, hanno dominato davvero la scena. Il primo con una gara tutta in testa, sin dal primo metro. Il secondo a tentare (riuscendoci) di non staccarsi troppo, per sperare magari in un rientro finale. Al traguardo (dopo un passaggio a metà gara sul piede dei 3’00’ a km) il Marocchino in forza al C.S.I. di Cava dè Tirreni, chiude in 29’52’: con un parziale nella seconda metà gara che conferma la tendenza del 26 enne nord africano a non saper al meglio interpretare la competizione (infatti media per lui di 3’10’ a km). Ma Abdelhadi è un talento e al momento si possono anche accettare errori di gioventù.


Marco Calderone invece merita un discorso a parte. Marco è la sintesi di come dovrebbe essere un atleta. Marco è Atleta nel Dna. Per personalità, classe, rispetto degli avversari e modo di ‘leggere’ il confronto agonistico. Qualità che fanno la differenza e che con facilità fanno comprendere a tutti che ci troviamo dinnanzi un Campione con la C maiuscola.


Alle spalle del duo protagonista c’è stato l’arrivo di Kamel Hallag. L’algerino (del team Aurora Battipaglia) con 31’29’ finali regola un Mourid Morad (Podisti Cava Picentini) che sta ritornando alla grande ai suoi livelli e ferma il crono sui 31’49’ (media 3’17’).


Arrivo in simultanea per Alfonso Ruocco e Francesco Bassano: per loro 32’04’.


La gara donne ha visto una Michelle Hushion (Aurora Battipaglia) capace di correre una seconda parte del tracciato più veloce della prima e di vincere sul piede dei 3’59’, con un 38’42’ finale. La seconda e terza  posizione a favore di due ragazze del Team organizzatore. Infatti, al secondo posto Monica Alfano con un crono finale di 43’11’, con a 24′ la collega di team Anna Lambiase. Rosa Farace (Cus Salerno) e Maria Vozza (della Napoli Nord Marathon) in quarta e quinta posizione.


La doppia classifica a squadre ha visto primeggiare i Podisti Cava Picentini (classifica di quantità atleti all’arrivo) e l’Isaura valle dell’Irno nella speciale classifica che prevedeva la somma dei tempi dei migliori 5 di ogni team (totale 2h45’13’).


Magica l’atmosfera di Paestum. Magico ogni singolo momento vissuto. Magica la serata: tutta emozione. Pura, Splendida emozione.


 


Foto di Loredana Fabini

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>