TuttoCampania — 02 ottobre 2011

E’ stato piacevolissimo essere a Striano, in occasione del 10° Memorial Vincenzo Adamo. Infatti, l’inaspettato e obbligato spostamento della data della gara di Bacoli (prevista nella stessa domenica) mi ha portato stamane ad andare alla 10ima edizione del Memorial Vincenzo Adamo. Da spettatore ho vissuto così una bella gara, con l’inattesa possibilità di poter parlare serenamente con gli atleti (cosa impossibile quando presento), e di godermi fino in fondo l’evento.


A Striano organizzazione che si è dimostrata decisamente all’altezza, con bella accoglienza e gara di qualità. Con post gara gustoso, visto il pasta party offerto a tutti.


Gara


Prima domenica di ottobre, ma sfido chiunque a valutarla come domenica autunnale. Caldo quasi estivo a Striano, fortunatamente con tasso di umidità molto basso (cosa che ha favorito non poco le prestazioni, di spessore, di quasi tutti gli atleti). Percorso velocissimo (10 km), così come pubblicizzato. Tanto veloce da permettere ai primi 3 arrivati di scendere sotto i 30′, sotto la media dei 3′ a km. E, se non bastasse, i primi 10 classificati tutti sotto i 32’00’. Prima del via, facile prevedere la vittoria di Maksym Obrubanskyy (così come poi avvenuto) ma non proprio facile è stata l’evoluzione della stessa. Samir Jouaher e Abdelhadi Ben Khadir (in gran forma entrambi) hanno reso un po’ più complicata la vittoria del fortissimo Ucraino, in odore olimpiadi di Londra, dopo lo stratosferico 13’36’ sui 5.000 della pista di Rovereto, di qualche settimana fa. Il terzetto di testa ha viaggiato di pari passo fino al 7° km. Ai 7.000 metri infatti Maksym (Enterprice Sport&Service) ha accelerato, puntando a realizzare l’ultima selezione. Cosa riuscita, anche se poi per garantirsi il non ritorno dei due magrebini è stato costretto a fare un parziale di 2’40’ nell’ultimo km. 29’45’ per la vittoria Maksym, con Jouaher (Il Laghetto) a 7 secondi e ben Khadir al traguardo in 29’56’ (suo il l terzo posto).


La gara donne è stata quasi avvincente come quella riservata agli uomini. Martina Rocco (Futura Roma) è stata in testa dal primo metro fino alla fine, ma fino alla fine si è comunque dovuta riguardare dal tentativo di rientro di Annamaria Vanacore (Atl. Scafati). All’arco d’arrivo 36’27’ per Martina, 36’50’ per Annamaria. Ottima gara, e splendida forma, per Loredana Vento. La forte atleta della Poligolfo Formia ha fatto suo il terzo gradino del podio, con un 38’04’ finale di gran valore. Anche la gara riservata alle donne è stata di assoluto spessore tecnico. Tante infatti le ragazze capaci di scendere sotto il muro dei 4’00’ a km, a sintetizzare che il movimento femminile in Campania è di sicuro valore.


Bella e avvincente la gara di Striano. Il giusto modo per festeggiare il raggiungimento del traguardo delle dieci edizioni del Memorial.


 


vieni sul mio guest:


http://www.marcocascone.it/guestbook.htm

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>