Medicina slide — 10 agosto 2013

sport-stressI disturbi dell’ansia e dello stress non hanno età: prima e seconda infanzia, adolescenza, maturità. Nella prima infanzia stress e stati ansiosi sono collegati all’ambiente familiare, nel bambino in età scolare sono frequentemente correlati oltre all’ambiente familiare,con le prove scolastiche e lo sport. Stress e stati ansiosi risultano sempre più diffusi tra gli adolescenti ed i giovani adulti per la mancanza di valori e per le incertezze sul loro futuro. Nell’età matura,sono maggiormente colpite le donne,lo stress e l’ansia sono soprattutto legate all’attività lavorativa  (eccessivo carico diresponsabilità,rischio perdita del posto di lavoro,tensione lavorativa) e a tensioni familiari-sociali. Lo stress causa una reazione generale di adattamento nel nostro organismo al fine di preservare il proprio equilibrio interno. Quando gli stimoli stressanti diventano troppo forti o troppo ripetitivi la capacità di adattamento dell’organismo potrebbe venir meno rapidamente causando sintomi fisici (tensioni o dolenzia muscolare, contrazioni e tremori muscolari, cefalea muscolo -tensiva, palpitazioni, vertigini, nausea, digestione difficoltosa, crampi e bruciori allo stomaco, colite, facile affaticabilità , senso di oppressione, nodo alla gola,aumento della sudorazione), sintomi emotivi e psicologici (nervosismo, irritabilità, agitazione, insonnia , ansia, apprensione, paure, difficolta’ di concentrazione), sintomi comportamentali (difficoltà di organizzazione,eccessivo consumo di alcool, tabacco, dolci,cioccolato,caffè, alimenti, droghe, desiderio di fuga, aggressività, iperattività, difficoltà di socializzazione). I principali tipi di stress incriminati sono:

– stress legato alle esigenze della vita quotidiana: ritmi frenetici in famiglia,nel lavoro e nel tempolibero,tensioni tra la vita familiare e professionale,superlavoro.

–stress professionale: disoccupazione,carico di lavoro,eccessiva responsabilità, pressioni psicologiche, conflitti nelle relazioni lavorative,competitività.

–stress sociale:ambiente urbano,famiglia.

– stress fisico:rumore,dolore,freddo,caldo, iperallenamento.

–stress legato allo stile di vita: posti non equilibrati, mancanza di riposo, abuso di stimolanti,messaggi televisivi subliminali.

Come affrontare lo stress:
Molte persone aspettano, per loro incapacità di gestire la propria mente, che lo stress passi da solo, pensando (io sono così non posso cambiare) che non ci sia molto da fare.

Invece esistono tante possibilità che possono aiutare a gestirlo:

– adotta un corretto stile di vita;
– scegli un’alimentazione equilibrata e privilegia gli alimenti ricchi di magnesio(cereali, uova, legumi, pesci, frutta secca)e di vitamine del gruppo B(cereali,legumi);
– evita gli stimolanti;
-pratica costantemente un’attività fisica;
– mantieni un orario regolare per dormire;
– respira bene;
– migliora i rapporti sociali-familiari;
– fissa degli obiettivi ragionevoli,compatibili con le tue possibilità e la tua personalità;

Ma dopo tutto questo,siamo sicuri che è lo stress la causa di tutti questi problemi di salute? Come ci sentiremmo se da domani non avessimo niente di niente da fare?
Può e potrebbe essere lo stress un fattore importante della nostra vita? Si lo stress è un fattore importante della nostra vita ci da una carica energetica superiore per affrontare le sfide della vita(anche quella sportiva). Per prevenire gli effetti negativi dello stress,derivati dall’incapacità di essere pronti a gestire la nostra vita,bisogna imparare ad essere padroni della nostra mente.
Acquisisci queste tre convinzioni:
a)Devo cambiare. Credere che dovremmo cambiare non è sufficiente;
b)Io devo cambiare. Altri mi possono aiutare, però io sono responsabile;
c)Io posso cambiare. Io ho creato ciò che sto vivendo, quindi io posso cambiarlo.

 

LA MENTE E’TUTTO! TUTTO IL RESTO E’NIENTE!

 

Dottor Giovanni Acampora

giovanni-acampora@virgilio.it  3392037673

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>