Cronaca slide — 26 giugno 2019

caivanoVorrei iniziare l’articolo ringraziando tre persone meravigliose: Emilia, Ida e Filomena che, con il loro impegno e instancabile lavoro, hanno contribuito a rendere questa giornata davvero speciale. E con loro tutte quelle splendide persone che fanno parte della grande famiglia che è la Caivano Runners, che con la loro forza e determinazione, compatti, hanno lavorato giorno e notte per assicurare un servizio impeccabile.

E in testa il Presidente Luigi Celiento che ha guidato le fila del tutto e Pasquale Ummarino che con la sua discreta e silente presenza da sempre supporta e sostiene sia economicamente che fattivamente, mosso dal grande amore e dalla passione per l’atletica.

Questa la sintesi della giornata. Questo il sunto di una grande manifestazione: la passione, l’amore e la gioia che fa scendere tutti in campo compatti: organizzatori, volontari, atleti.

Questi i numeri: oltre 1550 iscritti, tra i quali grandissimi nomi dell’atletica italiana: Federica Sugamiele, Asmae Ghizlane, Barbara Bennici, Aziz Lakriti, Gilio Iannone, Palma De Leo, Hicham Boufars, e tanti altri, 60 volontari formati per garantire la sicurezza e gestire la viabilità.

Oggi niente è stato lasciato al caso.

Da Giorni si dorme pochissimo in casa Caivano Runners ed in particolare la “notte prima della gara”, in molti non hanno per niente riposato.

E la risposta è stata più che positiva: la soddisfazione e la gioia degli atleti che, nonostante il caldo si sono presentati puntuali ed hanno corso con gioia.

Sono appena le 7.30 del mattino che Caivano è già colorata di giallo dalla miriade di addetti ai lavori che indossano orgogliosi la divisa della loro società, organizzatrice dell’evento.

E di lì a pochi istanti, centinaia di canotte dei più disparati colori si insinuano tra le fila e iniziano timidamente a calpestare quello che sarà il tappeto di gara.

Il riscaldamento è uno dei momenti preferiti per gli atleti, che hanno la possibilità di confrontarsi, scambiarsi consigli e farsi l’in bocca al lupo di rito.

La zona partenza è transennata e coperta da un lungo tappeto tricolore. Uno spettacolo!

Una grossa fetta di cittadini fa da cornice e da spettatori, in attesa dell’inizio della gara.

Sono le 8.30 in punto e il “Rompete le righe” libera l’energia a stento trattenuta degli oltre 1550 partecipanti che si lanciano per le strade di Caivano.

Un sole cocente l’ha fatta da padrone stamane, rendendo un attimino difficile la vita ai podisti.

Un primo passaggio sotto l’arco, ai 1700 metri, entusiasma e diverte i presenti che hanno la possibilità di ammirare tutta la forza e il vigore di questo fiume interminabile di atleti.

Dal passaggio dell’ultimo all’arrivo del vincitore il tempo è breve, poco più di 12/13 minti per poter ammirare l’arrivo del 1°, Lakriti Aziz, seguito da Giovannelli Raffaele e Hicham Boufars. 4° e 5° nell’ordine: Gilio Iannone sempre in splendida forma e Hicham Akhal.

Podio al femminile tutto a firma Caivano Runners: Asmae Ghizlane primo gradino, Federica Sugamiele seconda e Palma De Leo terza. 4° e 5° Iolanda Ferlitti e Barbara Bennici.

Un ottimo ristoro rifocilla gli atleti con frutta, latticini, mozzarelline, gelati e tanto altro.

Un’ottima organizzazione ha curato il tutto nei minimi dettagli a partire dalla viabilità, assicurata dagli oltre 60 volontari, bagni chimici, ampio parcheggio, spugnaggi e ristoro alternati ogni km e mezzo con doccia al giro di boa e premiazioni ricche ed estese ad un grosso numero di atleti.

Che dire di più? Parlano i fatti e la soddisfazione dei podisti che, nonostante il caldo si sono divertiti ed hanno fatto divertire.

Un grosso grazie va anche e soprattutto a loro che ogni domenica si mettono in gioco.

Grazie alla Caivano Runners, grazie a Luigi Celiento e Pasquale Ummarino per tutto quello che con gioia, amore e passione fanno per l’atletica e per Caivano.

E grazie a tutti i volontari tra i quali Ida, Emilia e Filomena che, a luci spente, quando ormai tutto era finito e il parcheggio era vuoto, ancora si affaccendavano a raccogliere bottigliette e quant’altro per lasciare pulita la loro città.

Grazie e appuntamento al Trofeo Mondial Service edizione 2020.

Marilisa Carrano per Podistidoc

 

 

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>