Cronaca — 12 novembre 2006

Pioggia. pioggia, pioggia: scarpe e abbigliamento inzuppati all’inverosimile. Una gara quella organizzata dall’Atletica Vis Nova condizionata, sin dal via, dalla grande quantità di acqua venuta giù. Tasso di umidità alle stelle quindi a rendere la respirazione difficile a tutti. La gara maschile non c’è stata o, almeno, non c’è stata per la vittoria finale. Pronti, via El Mackhrout abbandona tutti e corre in solitudine e vince tranquillo (1h11’09’). Alle sue spalle Gennaro Varrella, nonostante una brutta caduta verso il decimo km., fa suo il 2° posto e chiude in 1h13’24’. Grande rientro finale per Alfredo Norvello. Il portacolori del Movimento Bartolo Longo dimostra così di essere in gran forma, tanto da impensierire Varrella negli ultimi metri. Alla fine per il Vicano Norvello 3° posto in 1h13’28’. Quarto posto (dopo una partenza forse troppo repentina) per Raffaele Repole. Alle sue spalle (solo 30′) il Presidente del suo sodalizio: Pietro Carpenito (Montemiletto Team Runners, 1h14’38’ per lui). Storia completamente diversa per quanto riguarda la gara Femminile. Grandissimo agonismo e tanta voglia di primeggiare per le due prime donne in gara: Annamaria Vanacore (Centro Ester) e Faustina Bianco (AlterAtletica Locorotondo di Bari). Annamaria le ha provate tutte per vincere la sua 3a StraSalerno ma ha dovuto abdicare proprio negli ultimi metri di gara, lasciando alla forte Bianco la vittoria in 1h23’29’ (Vanacore in 1h23’57’). Alessandra Insogna (Napoli Nord Marathon) si è subito tirata fuori dalla gara, puntando ad un proficuo allenamento: terzo posto in 1h25’05’. Splendido esordio sulla distanza per Maria Pericotti (Isaura Valle dell’Irno). La serietà dell’atleta di Mercato San Severino e la competenza tecnica del suo trainer (Peppe Zambrano) hanno pagato al meglio: 4° posto e 1h27’47’ per lei. Conferma un grandissimo stato di forma la campionessa Italiana di Maratona over 45: Annamaria Caso (Podisti Cava-Picentini Costa d’Amalfi). Annamaria, a solo 7 giorni dalla sua bella gara di Bacoli, fa fermare il crono su 1h28’08’.


Molti, tantissimi dubbi avanzati dagli atleti nel dopo gara relativamente alla distanza percorsa. I Gps di tanti hanno registrato 21.600/21.650 metri. forse per una errata indicazione di percorso verso il 4° km.


Nota di colore finale: una ragazza guardava distrattamente la gara da una banchina di fermata autobus posta proprio in zona arrivo. Dopo più di un’ora ha chiesto a mio cognato a che ora sarebbe passato l’autobus non si era accorta della chiusura delle strade. Forse è ancora lì ad attendere!!!


Nella foto: Maria Pericotti in azione (splendido esordio per lei)


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>