Cronaca — 11 febbraio 2007

Clamorosa prestazione di Alex Schwazer al Campionato Italiano della 50 Km di Rosignano Solvay. Il bronzo di Helsinki 2005 ha trionfato demolendo con 3h36:04 il primato italiano della distanza (precedente: 3h41:54, realizzato da Schwazer proprio a Helsinki), tempo che vale anche la terza prestazione mondiale di sempre, a soli 17 secondi dal 3h35:47 del limite mondiale dell’australiano Nathan Deakes. Per il campione altoatesino, al suo secondo titolo tricolore, è un fragoroso ritorno ai vertici assoluti, dopo un 2006 sfortunato, contraddistinto dal ritiro nella 50 Km degli Europei di Goteborg. Schwazer è stato al comando sin dall’inizio, ha fatto tutti i passaggi sotto il vecchio record, dovendo gareggiare sempre in assoluta solitudine. Il bello è che alla fine Schwazer ha mancato il record mondiale di un soffio: “Avrei potuto anche farlo, il record, anzi ero partito con quell’obiettivo – racconta il portacolori dei Carabinieri subito dopo la conclusione della gara – ma sarebbe servita una partenza più forte. Ho chiuso con un 10 km in 41:25, sinceramente non potevo fare meglio. Se avessi avuto uno stimolo maggiore, qualche atleta con me, il primato mondiale sarebbe certamente caduto”.


 

Autore: Marco Sicari Capo Ufficio Stampa FIDAL

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>