slide TuttoCampania — 09 febbraio 2020

runlab straliterno 2020Quando hai la certezza di quello che troverai, quando sai che vai sul sicuro, e puntualmente il sicuro si concretizza, anche il mio compito di commentare una gara diventa estremamente più piacevole: perché quando tutto funziona, anche lo speaker “funziona” meglio. Mi sono divertito stamane a Villa Literno, ma di questo ne avevo piena consapevolezza, ancor prima di arrivare sul posto. Tutto al meglio, in ogni aspetto, in ogni momento organizzativo.

Un successo, persino più successo delle scorse edizioni, questa nona edizione della StraLiterno, a firma RunLab.

Gara

Percorso velocissimo, condizioni climatiche buone, temperature giuste per esprimersi al meglio. Ed il meglio è arrivato per molti, capaci di stabilire il proprio best.

In campo maschile assolo, come spesso capita, di Ismail Adim (Caivano Runners), con un 30’50” finale gestito bene. Vittoria per Adim senza affanni, mentre alle sue spalle la bagarre per il podio. Ed il podio è andato, nel suo secondo gradino, ad un eccellente Francesco di Puoti (Tifata Runners). Francesco capace di un 3’14” di media finale. A seguire Francesco, un altro Francesco: Tescione (Podistica Aprilia). Quarta e quinta piazza per Mohamed Lamghali (I Gladiatori) e Vincenzo Falco (Caivano Runners).

Così come tra i maschi, tra le donne un solo nome in testa alla gara, dal primo metro alla fine: Janat Hanane (Finanza Sport Campania). Janat vince in 36’24”, con una brava Filomena Palomba (seconda al traguardo, 38’55” per la portacolori del team Running Club Napoli) e l’ottima Giuseppina Lamula sul terzo gradino del podio. A seguire: Ela Stabile e Francesca Maniaci.

Classifica per team andata alla Podistica Frattese.

Gran lavoro organizzativo di chi ha saputo proporci un grande evento. Una bella comunità, quella di Villa Literno, che ha dimostrato di avere giusta sete di eventi di qualità. Di quella qualità che origina dalla passione e dalla voglia di ben figurare. Tutte condizioni che abbiamo vissuto e riscontrate stamane, e di cui ho goduto anch’io: professionalmente e passionalmente!

marco cascone montesarchio 2017Marco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>