Cronaca — 30 giugno 2014

Straferrandina 2014Questa volta è il lavoro che mi porta in una zona che per anni ho sfiorato, quando a luglio si andava in vacanza in Puglia e, anzichè prendere l’autostrada, percorrevamo, l’allora nascente, statale 407 Basentana.

Siamo a Ferrandina ( MT ) , altra regione, altri usi, altri costumi, ma unica passione: la corsa.

Appena arrivati al cartello di benvenuto alzo gli occhi e vedo un’ enorme muraglia antica, di quelle che venivano costruite per proteggere le città dagli attacchi nemici e subito penso di andarmene, appena possibile, in giro per il paese.

Alle 10,00 di mattina, orario del nostro arrivo, nonostante la gara partisse alle 19,00, organizzatori,assistenti, volontari e cittadini già erano tutti attivi nei preparativi; tempo 3 ore e la gara avrebbe potuto anche partire, ora posso fare un pò la turista.

Ferrandina è un paese di origini greche, una volta famosa per i tessuti in lana, tanto da essere esportarti nel Regno di Napoli. Ha tantissime chiese di epoche diverse, dal 1400 al 1700, dopo di cui l’unica costruita risale al 1990.

Mentre camminavo alla fine di un  vicoletto ho scorto una ringhiera, mi ci sono avvicinata..una meraviglia…era una terrazza dalla quale si vedeva tutto il comprensorio sottostante e le montagne, che mi danno sempre un senso di infinito… il tempo è passato senza che me ne accorgessi, è ora di tornare in Piazza Plebiscito, tra un pò inizia il ritiro pettorali.

Ferrandina è stato, in più di un occasione, un paese battagliero, ha preso parte ai Moti del 1820-1821, è insorto contro i fascisti, e non solo..; non si è mai tirato indietro, pur di portare avanti i propri ideali e, al pari dei loro antenati, così stanno facendo gli organizzatori con la loro Straferrandina. Iniziata in sordina, poco conosciuta inizialmente, ma  il numero di partecipanti non elevato non ha distolto gli organizzatori dal loro intento, portarla sempre più in alto, farla conoscere anche fuori regione e, quest’anno con i suoi 500 partecipanti, hanno dimostrato che, in gran parte, ci sono riusciti.La gara, 3 giri di 3km e poco più, è stata avvincente, simpatica ed è riuscita alla grande. I requisiti ci sono tutti,, per il prossimo anno sarà una nuova avventura da vivere anche con la famiglia per un week end.

Viviana CelanoViviana Celano

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>