TuttoCampania — 02 dicembre 2014

PompeiEssere qui a Napoli in piazza del Plebiscito, per partecipare alla mitica Napoli/Pompei, oggi alla sua XXI edizione, è sempre una fortissima emozione. Leggere sui volti dei circa 300 partecipanti la gioia di esserci per onorare come ogni anno la Madonna del suggestivo Santuario di Pompei è una gioia che non ha paragoni.

Seguirla in moto col mio collega Aldo Cavuoto, e poter osservare dall’interno, e lungo tutti i 29 km del tracciato, le emozioni che si alternano nell’animo degli atleti è davvero un’esperienza unica nel suo genere, che mi lascia sempre profondamente entusiasta.

La tensione e la concentrazione iniziali lasciano il posto, dopo i primi km, alla determinazione di gestire il ritmo tecnicamente studiato in allenamento, per poi scemare fino a lasciare il posto alla grinta necessaria per sopportare la fatica e la sofferenza degli ultimi km e infine … stringere i denti fino a varcare trionfalmente l’arco di arrivo.

La cittadinanza di Pompei risponde alla grande accompagnando gli atleti dal primo all’ultimo, acclamandoli e sostenendoli ad ogni singolo passaggio.

Il clima temperato stamane, ha incoraggiato moltissimi atleti, fra cui alcuni tra i protagonisti, ad interpretare questa gara ad un ritmo elevato, complici le ottime sensazioni percepite alla partenza.

Infatti, a differenza della scorsa edizione, quando il clima inclemente e un forte acquazzone ha sorpreso e accompagnato gli atleti fino all’arrivo, oggi, i 20° C hanno ingannato molti che, partiti ad un ritmo sostenuto, non hanno retto e subìto le conseguenze di una partenza avventata su un tracciato lungo e molto duro.

Leggerezza che hanno poi pagato nella seconda parte, chi fermandosi, chi dovendo lasciare  il passo agli avversari  perdendo posizioni seppur tagliando regolarmente il traguardo per onorare la manifestazione.

Domina in campo maschile il forte magrebino Adim Ismail che oggi si è posto al comando fin dai primi metri e la sua gara non ha avuto una sbavatura, mentre alle sue spalle si sono avvicendati numerosi capovolgimenti di fronte. Secondo e primo degli italiani il forte Peppe Soprano che ha approfittando di alcune defaiances, terzo Gilio Iannone. A seguire El Mouaddine e Ben Kadir.

Situazione completamente diversa invece nel settore femminile, dove le posizioni si sono definite e cementate fin dai primi metri e la Siham si posiziona saldamente al comando e conclude vincitrice. Seconda la forte e devotissima padrona di casa Annamaria Vanacore seguita da Mana Febbraio, Caso Annamaria e Avolio Lucia.

La durezza e la lunghezza del tracciato sono sovrastati però dalla gioia di esserci e di godere del piacere di vivere una domenica meravigliosa tra tanti amici. Per non parlare delle emozioni che travolgono tutti all’arrivo nella città mariana, acclamati a gran voce e festeggiati dai cittadini al passaggio sotto l’arco del traguardo posto di fronte al mitico Santuario.

Vince oggi per tutti la festa, lo sport e lo spettacolo.

Un applauso agli organizzatori e all’ASD Movimento sportivo Bartolo Longo, che come ogni anno si sono impegnati allo spasimo nell’organizzazione logistica di una così difficile kermesse, che attraversa tanti comuni della provincia di Napoli.

marilisa carrano

Per Podistidoc Marilisa Carrano

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>