Cronaca — 12 marzo 2006

Napoli, 10,11 e 12 Marzo 2006
La 3 Giorni Collinare, programmata inizialmente su 3 tappe di 34 km complessivi, ha visto la seconda tappa di 12 km annullata per la pioggia. Il maltempo ha costretto gli organizzatori ad annullare la tappa dopo un attento sopraluogo del percorso da parte del giudice della Fidal Cristoforo Costoli e dall’organizzatore Benedetto Scarpellino, i quali hanno individuato nel percorso di questa frazione una certa pericolosità soprattutto in alcuni tratti scivolosi che potevano quindi danneggiare gli atleti in gara, causati dalla persistente pioggia e vento abbattutasi sul napoletano. Ovviamente non tutti hanno mandato giù questa decisione: tra questi l’atleta casertana Alessandra Insogna che adduceva alla prima giornata una condotta tattica riservandosi per le successive due tappe per un progressivo recupero puntando poi alla vittoria finale.
La gara è vissuta sul duello tra il marocchino Abdelaziz Rochdi (Napoli Nord Marathon) ed il napoletano Nicola Guglielmo (Silma Casalnuovo Volla), infatti già alla prima tappa, disputata tra i viali verdi del Bosco di Capodimonte, l’atleta africano si imponeva davanti a Nicola Guglielmo con il tempo finale di 46’21”, per complessivi 14 km, mentre l’atleta napoletano terminava la sua frazione in 46’34”. Terzo il siciliano Marco Calderone (Antoniana Runners Club), pronosticato alla vigilia come probabile vincitore, reduce da una forte influenza concludeva la sua fatica in 46’41”. Tra le donne una determinata Annamaria Vanacore (Centro Ester Napoli) partiva di slancio e con determinazione si imponeva nella prima frazione di gara di 14 km concludendo in 55’44”. Al secondo posto l’atleta di Caserta Alessandra Insogna (Napoli Nord Marathon) inaspettatamente si lasciava sorprendere da questo attacco già dalla prima frazione e concludeva con rush finale la sua gara in 56 minuti netti, registrando uno svantaggio di 16 secondi. La seconda tappa conclusiva per la classifica finale e disputata tra le strade del Vomero con partenza ed arrivo all’interno dello Stadio Collana, vedeva il ripetersi del duello iniziale tra Rochdi e Guglielmo con uno spettacolare ed entusiasmante finale che si concludeva sulla pista rossa del mitico stadio (in un deprimente stato di abbandono totale, una volta tempio del mitico calcio, rugby, atletica, adesso ridotto in un rudero) con la volata vincente e vittoria di tappa per Nicola Guglielmo che riusciva a rosicchiare soltanto 1 secondo dal rivale Rochdi, concludento la gara in 24’35”. Terzo il siciliano Marco Calderone che concludeva con un buon 24’49” che gli permetteva una solida terza posizione nella classifica finale. Tra le donne dopo la mancata effettuazione della seconda tappa la gara è vissuta su una regolare marcia di avvicinamento da parte di Annamaria Vanacore che concludeva la sua frazione in 27’55”. Alle sue spalle una delusa (per la mancata disputa della seconda tappa) ma determinata Alessandra Insogna che concludeva la sua onesta gara con il tempo di 28’21”. Terza classificata Francesca Patuelli (Circolo Dozza) che chiudeva la tappa finale di 8 km in 29’25”. Alla fine della ‘2 giorni’ il marocchino Abdelaziz Rochdi è risultato vincitore assoluto della manifestazione con il tempo finale di 1h10’57”. Il napoletano Nicola Guglielmo in 1h11’09” ha conquistato il secondo posto. Al terzo posto il siciliano Marco Calderone in 1h11’30”. Tra le donne ha dominato la 35enne napoletana della società Centro Ester Napoli Annamaria Vanacore con il tempo finale di 1h23’39”. Il secondo posto è andato ad un’altra campana, la casertana Alessandra Insogna, che suo malgrado ha ottenuto  l’identica piazza della passata edizione, con il tempo di 1h24’21”. Terza l’atleta di fuori regione Francesca Patuelli che chiude in 1h26’48”.
Per la classifica di società al primo posto viene dichiarata vincitrice la Napoli Nord Marathon del presidente atleta Antonio Esposito, con 5686 punti. Seconda piazza del podio di società va alla Asa Detur Napoli del presidente Enzo Rossi, con 4261 punti. All’ultimo scalino del podio con 2713 punti il Gruppo Sportivo Stufe di Nerone di Pasquale Collutta.
A fine manifestazione il presidente della società organizzatrice RuNaples, Benedetto Scarpellino, ha tenuto a precisare: ‘La scelta di organizzare una manifestazione a tappe, ovvero Le Colline di Napoli, è nata dall’esigenza di diffondere la corsa soprattutto affiancata da una forma turistica e sociale che la città può recepire e sviluppare in futuro’. Ancora fa notare il bravo presidente maratoneta nonché pediatra di professione: ‘Oltre il 40% degli iscritti alle Colline di Napoli è di provenienza fuori regione’. Da sottolineare anche per questa edizione la presenza, come testimonial e consulente tecnico della manifestazione, della mitica figura del plurivincitore della Maratona di New York (nell’84 e nell’85) Orlando Pizzolato, nonché giornalista-commentatore RAI che recentemente ha assunto la direzione responsabile della rivista degli amanti della corsa denominata ‘Correre’, che ha festeggiato il mese scorso i 25 anni di vita. L’intera manifestazione è stata documentata e commentata con continui messaggi e notizie prima, durante e dopo le gare dallo speaker ufficiale, il gragnanese Marco Cascone.


CLASSIFICA UOMINI


1.   Rochdi A.             1:10’57”
2.   Guglielmo N.        1:11’09”
3.   Calderone M.       1:11’30”
4.   Bazhar T.              1:12’01”
5.   Norvello A.          1:12’45”
6.   Poli G.                  1:14’02”
7.   Lanzafame R.       1:15’22”
8.   Mastronardi G.     1:16’14”
9.   Brunetta A.          1:16’17”
10. Lombardi P.         1:16’32”
11. Scarola M.             1:16’54”
12. Bianco G.             1:17’05”
13. Pistis G.                1:17’15”
14. Quadri L.              1:17’26”
15. La Cala T.             1:18’29”
16. Coppola G.           1:18’39”
17. Visaggio G.          1:20’37”
18. Celiento V.           1:20’59”
19. Pistilli V.              1:21’18”
20. Paolella D.            1:21’20”


 


CLASSIFICA DONNE


1.   Vanacore A.         1:23’39”
2.   Insogna A.           1:24’21”
3.   Patuelli F.             1:26’48”
4.   Carrino M.            1:30’46”
5.   Lazzini P.             1:32’18”
6.   Magni M.              1:34’34”
7.   Marcello C.           1:38’08”
8.   Robiola B.            1:38’14”
9.   De Matos I.          1:39’16”
10. Di Martino R.       1:39’34”

Autore: Silvio Scotto Pagliara

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>