Cronaca slide — 28 settembre 2014

Salita alla GuardiaLa presenza dell’azzurra Emma Quaglia alla settima Salita alla Guardia ha nobilitato la classica corsa organizzata dalla Cambiaso Risso sul suggestivo (anche se duro) percorso dell’ex Guidovia. L’azzurra di maratona ha vinto in scioltezza stabilendo anche il nuovo record del percorso in 31’26” dalla Gaiazza fino a una delle “montagne sacre” del genovesato. Il tempo impiegato dalla maratoneta per giungere prima in prossimità del santuario posto sulla vetta del Monte Figogna (oltre 800 m di quota) è di buon auspicio per una preparazione che la dovrebbe vedere prendere parte a un’ altra maratona dopo quella dei recenti europei di Zurigo.Dietro di lei è emersa Daniela Olcese (Maratoneti Genovesi), autrice di un bel confronto con Emanuela Massa della Cambiaso Risso. Fra gli uomini Davide Cavalletti ha vissuto un’altra grande giornata. Lo scalatore di Uscio ha vinto la terza manifestazione di certo valore in salita dopo Bocchetta e Alpicella dI Varazze, con un’ascesa inarrestabile da parte dei suoi diretti avversari, Andrea Giorgianni e Enrico Imberciadori, classificati nell’ordine. Alla fine, 27’44” per l’alfiere della Podistica Peralto e secondo tempo nella storia della corsa dopo l’azzurro Tommaso Vaccina. Cavalletti è ormai una realtà della corsa in salita ligure:nel suo caso si può parlare del 2014 come di un anno carico di soddisfazioni. La classifica di team per presenze ha visto il primo posto degli onnipresenti Maratoneti Genovesi di Claudio Vassallo.

RISULTATI (6,5 km, disl 600 m)- Uomini: 1° Cavalletti (Podistica Peralto) 27’44”; 2° Giorgianni (Delta Spedizioni); 3° E Imberciadori (Frecce Zena); 4° Prandi (Cambiaso Risso); 5° Picollo (Maratoneti Genovesi). Donne: 1° Quaglia (Cus Genova) 31’26”; 2° Olcese (Maratoneti Genovesi); 3° Massa  (Cambiaso Risso); 4° Cassiano (Cambiaso Risso); 5° Sammartano (Gau Struppa). Società: 1° Maratoneti Genovesi; 2° Cambiaso Risso; 3° Gau Struppa; 4° Delta Spedizioni; 5° Città di Genova.

           Danilo Mazzone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>