slide TuttoCampania — 26 aprile 2019

 

DSC00675Scampia non solo Gomorra, la scritta è visibile, accanto alle famigerate Vele, quando passi e alzi lo sguardo. Quei palazzi sembrano fantasmi, ma sono animati da sette vite. Svuotati e ripopolati, sempre. La scritta di certo non è sfuggita ai podisti che hanno animato il quartiere della periferia napoletana, correndo per 10 chilometri, nel giorno dedicato alla Liberazione.

Lo sport della “Corri Scampia”, al di là dei risultati tecnici e delle performance di ciascuno, ha mostrato il vero volto di un territorio, che insiste nell’VIII municipalità del Comune di Napoli. Un volto normale, pieno di verde, di buona aria, di pulizia e di ordine, di strade larghe e sicure. Lontano dai luoghi comuni, chi vive ed opera a Scampia, è soprattutto brava gente. Lo sanno gli sportivi del team della Finanza Sport Campania, organizzatori della gara, che nel quartiere portano avanti un progetto del vivere sano, nella palestra di una scuola, diventata simbolo della normalità, in via Fratelli Cervi, il vialone trasformato per poche ore in quartier generale della manifestazione. Ma anche nella vicina villa comunale, dove le donne seguono un percorso tecnico di running ed hanno avuto nei mesi passati una manifestazione loro dedicata.

La scelta di abbinare alla gara di Scampia i titoli del campionato individuale regionale federale ha accresciuto l’interesse verso un territorio, che non è solo malavita. La corsa poi dedicata ai ragazzini ha chiuso il cerchio della mattinata sportiva, baciata da un caldo sole, che ha visto il sindaco Luigi De Magistris congratularsi con gli organizzatori, prima ancora di dare corso alle celebrazioni ufficiali del 25 aprile in città. La scommessa dei tanti appassionati della Finanza Sport Campania ha riscosso il plauso delle società partecipanti, rafforzando un lavoro sociale che da mesi e mesi si fa strada nel quartiere.

L’ospitalità offerta è stata apprezzata e la collaborazione dell’Arci Scampia, che ha messo a disposizione i propri spazi ha fatto poi il resto. Sinergia e collaborazione rendono tutto più facile e la cartolina sportiva è stata dipinta con i colori dell’amicizia e dell’aggregazione. Colori vivi, sorrisi e strette di mano. Dalle Vele è partito anche un saluto ed un applauso alla lunga carovana di podisti e il particolare non è sfuggito a chi era in moto. E’ stato questo il segnale più bello. In quei palazzi c’è gente che ha voglia di vivere, nella normalità di una Scampia non solo Gomorra.

 

 

Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>