TuttoCampania — 09 luglio 2012

Civiltà, capacità organizzativa nella terra del pomodoro

 di Antonio Bruno

In principio fu Scipione, venne poi Caronte ed alla fine giunse anche Minasse, portando a termine il passaggio di testimone fra anticicloni di origine africana che infocano le temperature quotidiane di questa estate.
I38°Cpronosticati hanno mantenuto la previsione imperversando nella mattinata di domenica 8 luglio ed innalzando la temperatura dei concorrenti la gara podisitica in quel di San Marzano sul Sarno e non solo.
Il paese disteso nella valle del fiume Sarno con una morfologia territoriale essenzialmente piatta, noto per la produzione del pomodoro a forma allungata, particolarmente idoneo per la produzione di pelati e passate,  al quale è stata attribuitala Denominazione di Origine Protetta.
La gara in campo maschile è vissuta sull’assolo di Ismail Adim, atleta della “Napoli nord marathon” che si è aggiudicato la vittoria con il crono di 32’:30”, precedendo un meritevole Antonello Landi dell’ “Isaura Valle dell’Irno” che conclude la sua prova conquistando la medaglia d’argento col tempo di 33’:52”. Terzo sul podio Abdelaziz Rochi anch’egli in forza alla “Napoli nord marathon”, 34’:07” il suo tempo. Quarto e quinto Marco Calderone “Antoniana Runners” e Prisco d’Arco “Isaura valle dell’Irno”.
La gara femminile è vissuta sull’eterno duello fra Martina Rocco ed Annamaria Vanacore. Le due splendide atlete campane anno dato vita ad uno spettacolo agonistico che ha in fine visto la giovane Rocco in forza al “Running club Napoli” prevalere col crono di 37’:30” precedendola Vanacoredi soli sette secondi. Terzo gradino del podio per Gabriella Carrozza dei “Baiano Runners”, Gabriella in 42’:59” è stata autrice di una prova costante nel ritmo che l’ha portata a concludere i due giri di cinque chilometri con lo stesso parziale e a rimontare diverse posizioni, oltre che stabilire il proprio primato sulla distanza. Quarta Teresa Galano dell’ “asd Paeninsula”, quinta Maria Rosaria Solvimene “Roadrun Stabia”.

La graduatoria a squadre va all’ Atletica Isaura Valle dell’Irno.

Una bellissima giornata di sport vissuta in un paese che ha saputo mostrare l’aspetto migliore con una villa comunale, luogo di ristoro e premiazioni , di bellezza non usuale, una serie di ristori e boccette in corsa ad assicurare sufficiente idratazione agli atleti impegnati ed una simpatia dei locali che ha conciliato con il quotidiano vivere.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>