Cronaca — 07 settembre 2006

Un successo al di là delle più rosee previsioni degli stessi organizzatori della prima edizione di ‘Sabaudia in Corsa’. Oltre centocinquanta, tra agonisti e partecipanti alla stracittadina da due chilometri, gli iscritti alla manifestazione che ha segnato il ritorno dell’ attività podistica nella cittadina del Lago di Paola. Un ritorno sicuramente alla grande, complice l’ accattivante scenario notturno di una Sabaudia ancora invasa da vacanzieri in cerca di sole e di mare. Confortante la risposta dei runners e del pubblico che hanno mostrato di gradire la proposta agonistica e non avanzata dal comitato promotore della Podistica Sabaudia, capeggiato dal presidente Antonio Sorrenti, sceso in campo, tra l’ altro nelle vesti di speacker ufficiale. E la sua cronaca della gara, appassionata e pregevole dal punto di vista tecnico, ha ricordato alla lontana quelle, del compianto Adriano De Zan al giro d’Italia, il giornalista Rai capace di riconoscere tutti i ciclisti e di dare ai telespettatori quanti più ragguagli possibili sulla loro carriera. Così come ferrato in materia si è mostrato il Sindaco Salvatore Schintu, presente in Piazza del Comune, per tutto la durata  della gara, che ha creduto fortemente nell’iniziativa dando mandato all’Assessorato allo Sport del Comune di sostenere l’impegno dei promotori. Per quanto concerne l’aspetto agonistico, la dieci chilometri di Sabaudia è stata vinta dall’ algerino Tayeb Filali, già vincitore della Maratona dei Lepini, con il tempo di 30′ 19′. Alle sue spalle con un ritardo di circa due minuti il campione azzurro Giorgio Calcaterra, primo nell’ ultima Cento chilometri del Passatore. Terzo posto per Alessandro Zerilli, seguito dal sabaudiano Danilo Paniccia. In campo femminile affermazione della polacca  Ewa Wojcieszek su Loredana Vento, Romina D’Auria e Patrizia Leoncini. Tra le società più rappresentate il primo premio è andato alla Running Club Atletico Lariano, seguita dalla Podistica Terraccina. Premi speciali offerti da Grand Prix Romoletto per Giorgio Calcaterra, in partenza con la nazionale italiana di supermaratona in Corea, e Luisa Abbate, fresca vincitrice della maratona dei Lepini e prima italiana a tagliare il traguardo alla Maratona di Roma 2006. Tra i portacolori della Podistica Sabaudia da segnalare il sesto posto di Nicola D’ Argenio ed il brillante esordio del giovane Morgan Minetti. Ricordiamo inoltre che nella circostanza l’ atletica leggera ha viaggiato di pari passo con la solidarietà. Una grossa fetta del ricavato, infatti, è stata devoluta all’Associazione Onlus ‘Noi per Voi’ contro le Leucemie e Tumori Infantili che opera da anni presso l’ospedale Mayer di Firenze.


 

Autore: Ufficio Stampa Podistica Sabaudia

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>