TuttoCampania — 18 luglio 2011

Il Trofeo Santa Sinfarosa a Roccadaspide (Sa) ha festeggiato il suo diciottesimo compleanno e lo ha fatto decisamente nel migliore dei modi. Record assoluto di partecipanti (sia nei simpaticissimi prologhi dedicati ai piccoli impegnati in sei gare promozionali sia nella gara riservata agli adulti che, per la prima volta, ha superato il muro dei 200 atleti all’arrivo). Un successo che Sergio Civita e il suo team (lo Sporting Calore) merita alla grande, visti gli sforzi fatti negli anni e vista ancor di più la bella organizzazione e le deliziose emozioni che ogni anno la gara regala. Una festa, una vera festa per atleti e Rocchesi, in tanti presenti in piazza per incitare, applaudire, festeggiare la corsa su strada, vissuta a tutte le età.


Successo di partecipazione e successo anche cronometrico, almeno nella gara maschile. Primato del percorso (8 km, non facili) stabilito dal Magrebino Abdelhadi ben Khadir. Per Abi record con 24’48’ (3’06’ a km) frutto di una condotta di gara accorta nel primo giro, per poi (nei 4 km finali) mettere tra sé e il suo primo inseguitore quasi  1′ (per la precisione 55′). Sempre Magrebino il secondo gradino del podio, con Mourid Morad (Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi) che ha fermato il crono sui 25’43’, con Antonello Barretta (primo Italiano al traguardo quest’anno, vincente in assoluto nel 2010) a 9′ da Mourid. Bella gara di  Francesco Bassano (Idea Atletica Aurora Battipaglia), sua la quarta posizione in 25’15’. Altrettanto di valore le prove del 5° e 6° classificato: rispettivamente Alfonso Ruocco (Isaura Valle del’Irno) e Alessandro Eterno (Free Runner Eboli).


La gara femminile è vissuta non tanto sul confronto cronometrico con le altre edizioni del trofeo ma sul confronto agonistico tra le prime due donne in gara: Donatella Picone (FootWorks) e Daniela Capo (Atletica Agropoli-Hotel Ceppo). Alla fine vittoria per Donatella Picone (con un buon 35’07’) con Daniela Capo a 39′. Gradino sinistro del podio, e quindi terza posizione, per la brava rappresentante dell’Isaura Valle dell’irno: Alfonsina Perfetto (36’46’ per lei). A completare il novero delle prime sei al traguardo le buone prove di Adriana Grieco (Aurora Battipaglia), Stefania Brando (Vis Nova Salerno) e Angela di Iulio (Atletica Scafati).


Mi piace segnalare la bella emozione di Rosalia Pepe, prima donna in gara nella storia di Roccadaspide. Una Rocchese giustamente orgogliosa di quanto fatto, allo scopo soprattutto di favorire, negli anni a venire, la presenza di altre concittadine in gara nel proprio paese (e non solo). Segnalo tra l’altro anche l’assegnazione del premio speciale in memoria di Giuseppe Iuliano, andato al primo Rocchese al traguardo: Giuseppe Villani.


La classifica a squadre è stata vinta dall’Isaura Valle dell’Irno.


I numeri e le prestazioni sono sintesi del successo raggiunto dal Trofeo Santa Sinforosa ma, al di là di un successo di tipo matematico, il successo più bello è stato di certo quello organizzativo e, soprattutto, quello emozionale. Lo Sporting Calore può andare giustamente orgoglioso di quanto realizzato e donato ad atleti e appassionati.


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>