Cronaca slide — 29 settembre 2013

Abraham Tadesse lo aveva dichiarato: quest’anno il record (con annesso jackpot) sarebbe stato suo.
E così è stato, ma i presenti alla StraLugano hanno potuto assistere ad una grandissima prestazione sportiva poiché l’atleta eritreo ha letteralmente demolito con il suo 1:30.04,4 il precedente record del tracciata 30km firmato da Kisri Rachid nel 2010. La gara è stata di livello assoluto con 4 atleti sotto l’1:34 e 8 sotto l’1:35. Tra gli italiani bene Ruggero Pertile, primo degli europei, in 1:34.11. Buone prove anche di Dario Rognoni e Giorgio Calcaterra, primo della categoria M40.
Tra le donne si riconferma regina Chelangat Sang che bissa il successo del 2012, pur mantenedosi lontana dal record del 2009 di Ivana Iozzia, oggi ritirata. Prima delle europee Claudia Gelsomino che in 1:57.52 ha anche vinto la classifica W40.

L’Italia trionfa nella 10 chilometri maschile grazie a Renè Cuneaz e a Nicola Nembrini, rispettivamente primo e terzo nell’edizione maschile. Nella 10 chilometri femminile dominano invece le atlete di casa con il podio formato da Jeannette Bragagnolo,  Manuela Falconi e Rosalba Vassalli-Rossi.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>