TuttoCampania — 19 gennaio 2015

abateLe previsioni meteo che negli ultimi giorni non preannunciavano niente di buono,  purtroppo si sono rivelate fondate.

Fin dalle prime luci dell’alba, un cielo plumbeo e neri nuvoloni gonfi di pioggia minacciano la Campania e … S. A. Abate in particolare.

Nonostante tali deprimenti condizioni climatiche, circa 1200 temerari, armati di scarpette, chip, cronometro e quant’altro sono presenti all’appello per disputare questa stupenda manifestazione, oggi alla sua XIV edizione.

 In un clima goliardico e cameratesco, poco dopo le 8,30 del mattino, tutti gli atleti si riversano per le strade, invadendo ogni angolo e divertendo i presenti con la loro simpatica esuberanza, ognuno impegnato nelle operazioni di riscaldamento con nel cuore la muta preghiera di disputare  … vana speranza … la gara all’asciutto.

La “Maratonina di S. A. Abate”, diventata ormai una classica di inizio anno, di volta in volta si migliora sempre di più per rendere più piacevole e soddisfacente le performance degli atleti , grazie all’impegno sempre maggiore profuso da organizzatori e volontari.

La quantità e la qualità degli atleti presenti la dice lunga sulla buona riuscita dell’evento, basti pensare alla presenza di Lamachi, Samir, Ciappa, Soprano, Signorelli, El Mouaddine, Siham, Vanacore, le sorelle Palomba, D’Abundo, Di Meo e tanti altri.

Dopo non poca fatica da parte di organizzatori e volontari per  portare gli oltre 1000 chiassosi podisti alle spalle dell’arco di partenza, questa straordinaria manifestazione ha inizio.

La pioggia, clemente nella la prima parte di gara, decide di rinfrescarci con delicate goccioline  nella seconda parte. Continuiamo così, per alcuni km tra salite, discese, curve e pozzanghere, finché, la pioggerellina, inizialmente piacevole, si trasforma in un battibaleno in un nubifragio, diventando sempre più decisa e fastidiosa. Al 7° km ci troviamo inzuppati come pulcini a barcamenarci tra pozzanghere sempre più estese e discese scivolose.

Dopo tanta acqua e tanto impegno concludiamo la nostra fatica archiviando  questa competizione quanto mai tecnica e atipica.

Lo scenario che si presentava ai nostri occhi all’arrivo era desolante …  una piazza deserta, flagellata dalla pioggia e … centinaia di podisti, accompagnatori e addetti ai lavori, riparati sotto portoni, balconate, Bar o sigillati nelle loro auto impegnati nel difficoltoso tentativo di liberarsi degli indumenti inzuppati.

La manifestazione si conclude tra la soddisfazione dei presenti, con un ottimo ristoro e ricche premiazioni.

L’evento, magistralmente organizzato dall’Antoniana Runners  del Presidente Luigi D’Aniello, non ha minimamente risentito delle disastrose condizioni climatiche merito di una meticolosa gestione che non ha lasciato nulla al caso ed ha regalato a tutti una splendida mattinata di sport e amicizia.

marilisa carrano

Marilisa Carrano

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>