TuttoCampania — 11 novembre 2013

qualianoA Qualiano l’XI edizione della Corsa per la Pace è stata dedicata al triste fenomeno dei roghi tossici, che inquinano il territorio. La manifestazione sportiva ha avuto un forte richiamo sociale in tutto il comprensorio, anche alla luce dei fatti di cronaca che si susseguono sui temi ecologici.

La maratonina nella cosiddetta Terra dei fuochi è stata vinta dagli atleti del nord Africa. In campo maschile e femminile hanno prevalso le gazzelle del Marocco, dopo i 10 chilometri del percorso di gara. Ottocento gli atleti al via dalla villa comunale di via Palumbo. In segno di lutto per le morti da inquinamento e per gli ammalati di tumore, sulle canotte degli sportivi sono stati appuntati nastrini neri, mentre prima del via è stato osservato un minuto di  silenzio; in rappresentanza del parroco di Qualiano, don Giuseppe Cacciapuoti ha impartito la benedizione. Don Maurizio Patriciello, il prete antiroghi di Caivano, che da tempo denuncia il grave fenomeno degli incendi tossici, in gran parte della provincia di Napoli e Caserta, ha fatto pervenire un messaggio agli sportivi. Alla manifestazione era presente il comitato di lotta contro l’inceneritore, che dovrebbe sorgere proprio a Qualiano, per sensibilizzare i presenti  al corteo “stopbiocidio” del prossimo 16 novembre.

L’amministrazione comunale è intervenuta con il sindaco Ludovico De Luca, il vice sindaco Antonio Castaldo ed il consigliere Giuseppe Musella. Perfetta l’organizzazione curata dall’Atletica Qualiano del presidente Stefano Spariglia; il circuito di gara è stato “blindato” dalla forze dell’ordine e dai gruppi di protezione civile.

Corsa veloce lungo il quadrilatero di strade di 5 chilometri, da percorrere due volte. Da via Palumbo gli atleti hanno attraversato la circumvallazione esterna, via S. Maria a Cubito, Via Campana e via Di Vittorio. Podio maschile tutto africano, con il vincitore Youness Zitouni della Finanza Sport, in 30’19”, davanti al connazionale Hakim Raduan (Atletica Ceprano) in 30’28”; terzo posto per Hamid Kadiri (Fiamme Argento) in 30’48”. Quarto e primo italiano il napoletano Enrico Signorelli (Amatori Vesuvio) in 33’14”.

In campo femminile Siam Laaraichi, ex Cus Parma ed ora in forza alla Napoli Nord Marathon, ha fatto il vuoto, transitando prima sotto l’arco d’arrivo in 36’40”. Seconda posizione per la vincitrice della passata edizione, Annamaria Vanacore (Atletica Scafati) in 38’22”. Gradino basso del podio per la giovanissima Francesca Palomba (Centro Ester) in 40’01”. Classifica a squadre vinta dall’Amatori Vesuvio. In attesa delle premiazioni, le alunne della scuola Don Bosco-Verdi si sono esibite in balli e coreografie con le majorettes.

Nelle foto: i vincitori Zitouni e Laaraichi

Giovanni Mauriello

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>