TuttoCampania — 08 dicembre 2014

saviano 2014Il tempo inclemente che da giorni sta flagellando la Campania, ha deciso oggi di regalare ai circa 800 atleti presenti alla 1° edizione della ”Corriamo Saviano”, una giornata piacevole e a tratti anche soleggiata.

L’allegra confusione scatenata dai tanti atleti presenti, trova un ordine intorno alle 9,00, quando, richiamati sotto l’arco, tutti si preparano alla partenza.

Alle 9,10, dopo la benedizione del Parroco … l’irruenza di questi scalmanati podisti, scambia “l’ok” lanciato per dedicato agli  auguri Natalizi ai telespettatori di “Telecapri Sport” … per lo “START UFFICIALE”  e tutti schizzano veloci lungo il tracciato di gara.

Quanta fatica e quanti richiami … per riportare tutti sotto l‘arco di partenza!

Ecco! Questo è il bello della … diretta! Episodi semplici ed apparentemente insignificanti … ma che sicuramente saranno argomento di conversazione e di goliardiche risate durante gli allenamenti e resteranno tra i nostri ricordi più simpatici. “C’eri anche tu a quella … falsa partenza alla prima “Corriamo Saviano?”

Rientrato il fiume coloratissimo di atleti, finalmente il conto alla rovescia ha inizio e sancisce la “VERA” partenza e … 3 … 2 … 1 … VIA!

Tutti lanciati in questa nuova avventura su questo velocissimo percorso, devo dire, perfettamente monitorato e presidiato dagli addetti ai lavori e le forze dell’ordine.

Tutto bellissimo in questa cornice di festa e di sport ed io mi lancio, in compagnia di tanti amici su questo percorso tutto nuovo. L’impegno diventa meno gravoso se affrontato in buona compagnia.

La scorrevolezza del tracciato permette ai partecipanti di sfoderare prestazioni di tutto rispetto e onorare la gara al meglio. La qualità degli atleti presenti, quali Lamachi, Piccolo, Iannone, Morad El Mourid, Roqti, Ciappa, Siham, Santelia, Fathma, nonché il gran numero di partecipanti, la dice lunga sulla buona riuscita dell’evento.

Tra il 4° e il 5° km però, una scena da togliere il fiato mi coinvolge ed emoziona mio malgrado. La forte commozione di un collega podista che, all’altezza del luogo di un infausto episodio, si ferma in lacrime accanto alla foto, ricordando l’amico da poco scomparso. Era infatti in sua compagnia al momento del malore che si è poi rivelato fatale.

Ecco! Ascoltare queste parole accorate lascia dentro tanta tristezza, ma ci fa percepire le cose sotto una prospettiva diversa, e capire l’importanza dei veri valori della vita.

Mi sento di dedicare un pensiero al caro collega scomparso alla sua famiglia ed agli amici.

Un applauso va agli organizzatori che hanno saputo realizzare un grosso evento garantendo ai presenti assistenza ristoro e tanti premi.

 marilisa carrano

per podistidoc Marilisa Carrano

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>