TuttoCampania — 08 giugno 2014

torreV Edizione della “Oplonti Run” e I Memorial Di Sarno Raffaele. Gara FIDAL di km 10 organizzata dalla “A. S. D. Bartolo Longo” del Presidente Acanfora Giuseppe.

Percorso cittadino, asfaltato con la presenza di tratti in basalto e chiuso al traffico. Molto tecnico, ha impegnato gli atleti con continui cambi altimetrici.

Torre Annunziata stamane ha dato il meglio di sé, sia dal punto di vista paesaggistico, che dal punto di vista sociale, per la presenza di tantissimi appassionati lungo il percorso e, vi assicuro che il numero era veramente elevato.

Io, avendo avuto per l’ennesima, volta la possibilità di seguire la gara nell’auto apri – pista, della Legea, guidata dal mio amico Cirillo Andrea, ho avuto la conferma dell’enorme passione per il podismo che regna a Torre Annunziata.

Tutto questo è avvenuto sotto un sole cocente che ha toccato i 31 °C e oltre, mettendo a dura prova gli atleti.

Dopo la partenza, 4 atleti hanno preso subito il largo a rimo forsennato, Iannone, Kadiri, Peppe Soprano e Morad El Mourid. Questo quartetto, km dopo km, ha suggellato il suo vantaggio sul resto del gruppo.

La gara femminile metteva subito in risalto la straordinaria forza  e vitalità della Siham, seguita da Fathma, Annamaria Vanacore, Mena Febbraio, Susi Giocondo, Palomba Filomena e Carrano.

Tornando alla gara maschile, al 6° km Iannone, Kadiri e Peppe Soprano allungano su Morad El Mourid che non riesce più a sostenere il loro passo. Ma il bello doveva ancora arrivare … all’altezza del porto, Iannone e Kadiri danno ancora un’altra accelerata distaccando di circa 60 metri Soprano che, intelligentemente non raccoglie la provocazione, e gestisce la sua gara. Dopo il lungomare i due fuggitivi si inerpicano sulle rampe che li avrebbero portati nella zona alta di Torre Annunziata, e proprio lì abbiamo assistito ad uno spettacolo nello spettacolo, la straordinaria bellezza del Golfo di Napoli. In taluni momenti ho avuto la sensazione di toccare la bellissima Penisola Sorrentina allungando semplicemente una mano.

Nella gara femminile continua la marcia trionfale della Siham, seguita da Fathma e Annamaria Vanacore.

Passando all’epilogo della gara, questa V Edizione se la aggiudica Gilio Iannone (C. U. S. Camerino) con il tempo di 31,00 piazzando una fucilata agli ultimi 600 metri, che lascia sul posto Kadiri Hamid (Runner Sassari) 31,05. Terza piazza per Soprano Giuseppe (Mov. Sport. Bartolo Longo) col tempo di 31,16, che ha tentato di rientrare, ma, resosi conto di non farcela, ha gestito gli ultimi metri. A seguire Morad, Fiorillo, Russo, Denato.

Nella gara in rosa vince la Siham (Finanza e sport Campania) col tempo di 37,17, seconda piazza per Fathma (Enterprice sport & service) col tempo di 37,56. Terza e prima delle italiane la bravissima Annamaria Vanacore (Atl. Scafati) col tempo di 38,48. A seguire Febbraio, Palomba, Giocondo, Carrano.

Un plauso ai Carabinieri e ai Vigili Urbani che hanno controllato su un territorio molto difficile logisticamente. Un bravo anche alla Protezione Civile e ai tanti volontari che hanno permesso la buona riuscita della kermesse.

Ottima l’organizzazione del “Mov. Sport. Bartolo Longo”  con in testa il Presidente Acanfora Giuseppe e tutto il suo enturage, perché oggi, vi assicuro, l’ostacolo maggiore è stato il caldo che ha messo a dura prova i circa 400 atleti presenti.

 

 

aldo cavuoto

Da Torre Annunziata per Podistidoc Aldo Cavuoto

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>