TuttoCampania — 01 settembre 2011

Tenevo un programma alla radio, nel 1987. La radio era proprio nel palazzo del Bar Spagnuolo, che è proprio in villa comunale. Praticavo atletica da quando avevo 11 anni, e allenavo già da tempo. Forse sono stato uno tra i primissimi a parlare di atletica in radio, oltre ad occuparmi di musica Italiana. Quell’anno Mimmo (Cuomo) e Anna (di Palma) vollero fare ‘una pazzia’: organizzare una gara, nel Cuore di Castellammare, di Sabato sera. Nasce così la Notturna Stabiese. Scetticismo e ostracismo non mancava allora, e forse ancora oggi a volte traspare. In verità allora, nel 1987, il tutto aveva una certa cognizione di causa: il traffico di Castellammare è talmente noto che anche Pino Daniele lo ha richiamato in una sua canzone, degli esordi. Ma solo i grandi Sogni possono portare a realizzare qualcosa di unico, qualcosa che rimanga indelebilmente dentro. Mimmo e Anna mi chiesero allora di presentare la prima edizione della Notturna, la mia prima volta con un microfono in mano, in piazza..anzi, proprio in villa comunale. Conoscevo a fondo la materia (libri, trattati..di tutto avevo già letto, divorato, in merito al mondo della corsa) e avevo, mi riconosco e mi riconoscevano, un’ottima dimestichezza con il microfono, ma quello ‘radiofonico’. Quello ‘di Strada’ intuivo essere tutt’altra cosa. L’emozione fu enorme, ma l’adrenalina fu ancora più grande. Se mi avessero fatto l’antidoping nel post presentazione, sarei risultato positivo a tutte le sostanze di questo mondo, pur non avendone fumata o ingerita nessuna


 La Notturna Stabiese (ora Notturna Città di Stabia) indiscutibilmente ha rappresentato lo spartiacque nelle manifestazioni di atletica su strada. Mimmo e Anna hanno per primi capito il valore sportivo e sociale di un evento di corsa su strada. Hanno miscelato meravigliosamente il momento agonistico con quello spettacolare. La gara non è fine a sé stessa, gli atleti non sono solo tali. La città, con il suo numerosissimo pubblico, non sta solo a guardare, coinvolta com’è.


Tutto è miscelato nel migliore dei modi, tutto è proiettato verso qualcosa di irripetibilmente bello. La coreografia è elemento essenziale, così come essenziali sono gli atleti, il pubblico, gli applausi, la fatica, la gioia di un arrivo speciale, come speciale sa essere ‘la Notturna‘.


Sabato prossimo, la sera del 3 Settembre 2011, saranno 25 le edizioni della Notturna Città di Stabia.


25 le edizioni della Stupenda gara della mia Città.


Per le nozze d’argento, anche le mie Nozze d’Argento, sarò emozionato ancor più della prima edizione.


Spero tanto non ci sia il controllo antidoping


vieni sul mio guest: http://www.marcocascone.it/guestbook.htm

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>