Cronaca slide — 27 febbraio 2019

pacerPremessa
Cerco di metabolizzare quanto è appena accaduto ieri domenica 24 Febbraio con la Napoli HalfMarathon , per me era la prima esperienza a Napoli come organizzatore del servizio PaceRunningZen® e come atleta per partecipare a questo bellissimo evento di cui alcuni miei atleti mi avevano parlato veramente bene in questi ultimi anni con una crescita esponenziale in termine di numeri di partecipanti e in termini di qualità dell’evento con un percorso bellissimo e veloce! Per tale motivo mi sono recato a Napoli con tutto il mio entusiasmo , motivazione e professionalità per fare bene soprattutto come organizzatore del servizio PaceRunningZen® perchè ritengo un ruolo molto importante per i numerosi podisti al seguito della Mezza Maratona e delle gare in generale dare un soppurto di “guida” (pacer) durante la gara ! Come atleta ero entusiasta di beneficiare delle bellezze di Napoli (che in passato avevo apprezzato in altre gare ) ed ero incuriosito di analizzare con i miei occhi il percorso di gara tecnicamente parlando , capire se realmente fosse un percorso veloce da poter correre “sotto l’ora” , slogam comiato dall’organizzazione della Napoli Running , sotto il nome di Carlo Capalbo e di RunCzech e molti miei atleti avrebbero potuto correre per abbattere il loro Personal Best (PB) sulla distanza (cosa che puntualmente è accaduto )!

Napoli half Marathon: non solo agonismo
La Napoli HalfMarathon non è stata solo l’evento agonistico internazionale dove erano presenti migliaia di persone , oltre a grandi nomi dell’atletica italiana e internazionale, ma anche un evento per dare l’opportunità alle famiglie di godere a pieno di questo evento e renderli partecipi con iniziative che sono state organizzate dal Venerdi al Sabato prima del grande evento. Infatti , Sabato 23 febbraio alle ore 11.00 si è organizzato la manifestazione non competitiva “Family Run & Friends” di 2,5 km, senza classifica , ma solo per il gusto di esserci e far capire alla gente che si può correre per divertirsi , per starbene , per raggiungere il proprio benessere , ancor più se questo evento aveva come scopo quello di raccogliere fondo in collaborazione di Edenlandia e dell’Associazione Sostenitori Ospedale Santobono ONLUS. Quindi come Docente di Educazione Fisica, educatore sportivo e allenatore , ho apprezzato molto questa iniziative ed ho avuto modo di vedere dal vivo l’entusiasmo della gente e dei bambini che si cimentavano sabato mattina in questa corsa /camminata non competitiva all’interno della Mostra d’Oltremare dove era ubitato l’expo e il traguardo della Napoli HalfMarathon!

La gara: veloce si, ma non sotto l’ora
La gara come già menzionato aveva come slogan “sotto l’ora” , sicuramente è un percorso fattibile per correre “sotto l’ora” , per rendermi conto realmente della facilità del percorso e per dare consigli al mio gruppo PaceRunnigZen® su come gestire la gara visto il loro compito importantissimo di condurre al traguardo migliaia di runners al seguito, ho visionato il percorso in macchina con il responsabile logistico per rendermi conto delle difficoltà del percorso! Man mano che visionavo il percorso e analizzavo gli aspetti tecnici, mi sono reso conto che il percorso era veramente veloce, considerando anche il fatto che erano state eliminte, rispetto al percorso dello scorso anno, della salite e dei tratti più difficoltosi per i podisti presenti nella Mostra D’Oltremare , unica incognita sarebbe stato il vento che per la prima parte di gara 9km500mt circa controvento e per oltre 11km a favore di vento che avrebbero dato una spinta e aiuto ai migliaia di podisti al seguito!

Nonostante una gara gestita bene dai TopRunners non si è corso “sotto l’ora” , anzi direi che probabilmente forse si è corso sotto le aspettative della vigilia, infatti il vincitore della 6^ Napoli City Half Marathon è l’eritreo Nguse Amlosom in 1h02’09”, il vero favorito della vigilia, forte del suo primato personale di 59’39” segnato nel 2014. E’ stata una gara entusiasmante, infatti ho avuto modo di incrociare i primi 8 atleti intorno al 11km quando ci si incrociava sul lungomare , e controllanto il mio cronometro di gara mentre correvo che il loro passaggio era prossimo a 33’00 al 11km , infatti il passaggio ufficiale ai  10km è stato di 30’06 , al 15km poi in 44’24” , e si è conclusa la gara veramente all’ultimo metro con molti atleti vicinissimi alla vittoria! La classifica è la seguente :

1  22 AMLOSOM NGUSE ERITREA  SM  01:02:09  01:02:09

2  2 KEMEI MOSES KIPNGETIH KENIA  SM  01:02:11  01:02:11

3  3 KALALE ISHMAEL KENIA  SM  01:02:23  01:02:23

4  8 RACHIK YASSINE ATL. CASONE NOCETO  SM  01:02:29  01:02:29

5  4 BII GILBERT KIPKOECH KENIA  SM  01:02:34  01:02:34

6  10 MWETICH SILAS KENIA  PM  01:02:53  01:02:53

7  15 YEGON BETHWEL BIWOTT KENIA  SM  01:03:00  01:03:00

8  9  LA ROSA STEFANO C.S. CARABINIERI SEZ. ATLETICA  SM  01:03:56  01:03:56

9  1 KIPTIS JOSPHAT KIPROP KENIA  SM  01:05:00  01:05:00

10  NILSSON DAVID SVEZIA  SM  01:05:54  01:05:54

 

Gara femminile l’ha vinta Angela Tanui che avevo conosciuto all’Expo sabato pomeriggio, la keniana vince la 6^ Napoli City Half Marathon in 1h09’53” dimostrando di essere sui livelli d’eccellenza che ha dimostrato di valere in questi anni. Ancora Kenya, per una magica tripletta, per il resto del podio. 1h11’33” per la seconda classificata Betty Wilson Lembus e 1h11’35” per Martha Wanjiku Njorge oggi al debutto sulla distanza di mezza maratona in una gara europea.

I Pace Runningzen: L’importanza per gli amatori

La Napoli HalfMarathon come già accennato ha avuto un incremento di partecipazione notevole in questi ultimi anni, domenica 24 Febbraio erano previsti oltre 6000 partecipanti e si capisce benissimo come con questi numeri i runners amatori ne fanno da padrone , l’entusiasmo che coinvolge questi eventi è fantastico per tale motivo si necessita di avere un “Occhio di riguardo” per la massa di runners al seguito e ritengo fondamentale offrire un servizio Pacer di qualità che tutti i podisti possano usufruire in gara per rendere la gara più semplice , produttiva e divertente! Come già accennato ero chiamato quest’anno a un compito molto delicato e importante, il che mi rendeva entusiasta e motivato nel far bene come responsabile del servizio PaceRunningZen® .

Avendo vissuto con mano l’evento, correndo in mezzo alla massa degli amatori, posso ritenermi soddisfatto per l’operato dei miei ragazzi Pacer , perchè durante la HalfMarathon ho potuto osservare tansissimi gruppi di runners che seguivano i pacer, che si affidavano a loro , che sorridevano e si divertivano durante il percorso, e perchè no , alla fine molti di loro hanno raggiunto l’obiettivo finale : la FinishLine e molti hanno abbassato il Crono e raggiunto il Personal Best (PB) grazie all’aiuto professionale e motivazionale dei Pacers! Per tale motivo in primis ringrazio Napoli Running e RunCzech che hanno dato fiducia a RunningZen come professionista per organizzare il servizio Pacer , ringrazio Cesare Monetti (Runtoday) che mi ha messo in contatto con l’organizzazione, e non posso fare a meno di ringrazione pubblicamente (personalmente ho ringraziato ognuno di loro ) tutti i miei Pacers :

  • Pacer 1h30 – Maurizio , Alessandro, Cristiano, Luciano
  • Pacer 1h40 – Marina , Silvio, Luca, Raffaele
  • Pacer 1h45 – Pasquale, Michele, Alessandro , Daniele
  • Pacer 1h50 – Domenico, Giovanni, Luigi , Luca, Lucia
  • Pacer 2h00 – Nunzia, Gaetano, Lorenzo
  • Pacer 2h10 – Rocco, Mimmo, Gianluca
  • Pacer 2h30 – Vincenzo, Stella, Giuseppe

Cose si può migliorare
Come per ogni grande evento l’obiettivo è quello sempre di migliorare , questo è insito nell’essere umano e quindi si deve cercare sicuramente di far meglio ogni anno, già in quest’anno c’erano maggior iscritti e quindi ci sono sempre maggior esigenze di qualità , il percorso è stato modificato per renderlo più scorrevole, le iniziative pre gara sono state ottime, ma c’è sempre da migliorare ! Avendo vissuto l’evento nel “cuore ” della gara posso affermare che al 90% è andato tutto bene, percorso ottimo veloce e meglio , forse se si riuscisse personalmente toglierei ultimo km dentro la Mostra D’oltermare per renderlo più veloce (troppe curve nel finale e domenica anche il vento contrario ultimi tratti ha creato qualche disagio in più ) , i rifornimenti erano sufficienti e c’erano una bottoglia d’aqua per ogni podista al seguito, il chilometraggio era segnato perfettamente ( per noi Pacers è fondamentale la segneletica dei km che siano posizionati in maniera corretta ) , la gente sul percorso era entusiasta dell’evento e applaudiva i numerosi podisti al seguito, il sole ha baciato poi la gara e qui a Napoli è una caratteristica il bel tempo. Bella la medaglia dell’evento e bellissimo l’arrivo alla Mostra D’Oltremare!

Deposito Borse da migliorare
Cosa da migliorare, sicuramente è stato il deposito borse, purtroppo quando sono arrivato intorno a 1h25 di gara e quindi dove ancora c’era poca gente, ho potuto visionare che i ragazzi preposti alla consegna borse non avevano bene in mente come poter cercare e consegnare le borse lasciate dai podisti a inizio gara e alla fine quando c’è stata la calca della massa di podisti, purtroppo ci sono stati dei ritardi nelle consegne e i molti podisti al seguito ( poco pazienti e affaticati ) hanno creato qualche spiacevole disagio! Quindi il consiglio è , per i runners bisogna essere più pazienti perchè quei ragazzi preposti potevano essere nostri figli e fratelli/sorelle e hanno bisogno di rispetto per quello che fanno “volontariamente” , se noi podisti non siamo pazienti si crea solo caos e disagio che non agevola il lavoro di nessuno! Da parte dell’organizzazione ( a cui ho già comunicato le mie idee e migliorie visto che viaggio sempre all’estero per grandi eventi internazionali) è da rivalutare organizzazione del deposito borse, ottimo come locatione spazi, ma è opportuno apportare qualche miglioria per il 2020  !

I gruppi PaceRunningZen® mi sono preposto con l’organizzazione di poter dare a molti più podisti l’opportunità di seguirci visto il numero sempre in crescita e spero che lo sia anche il prossimo anno, quindi vorrei , mi piacerebbe il prossimo anno inserire altri gruppi Pacer per i tempi che molti runners mi hanno chiesto e che normalmente cerco di inserire negli eventi ove sono presente , e parlo dei gruppi intermedi 1h25 / 1h35 / 1h55 / 2h05 / 2h15 che non erano previsti quest’anno! Quindi a tutti i runners che hanno condiviso questo pensiero , cercheremo di fare di meglio il prossimo anno e venire incontro alle esigenze di ogni runners, perchè il nostro obiettivo è quello di ascoltare e cercare di soddisfare le esigenze di ognuno!

 

Conclusioni
Si conclude positivamente la mia prima esperienza di collaborazione con la Napoli HalfMarathon , spero che tutti i runners siamo rimasti contenti del nostro operato PaceRunningZen® organizzato in collaborazione con Napoli Running e RunCzech ! P

Volevo concludere ringraziando :

  • Napoli Running e RunCzech per l’organizzazione dell’evento
  • RunToday di Cesare Monetti per l’appoggio professionale e media partner
  • I PaceRunningZen ® per la professionalità e empatia messa in campo
  • Salvatore Auddino per la disponibilità nel scattare foto al gruppo Pacer e tutti i fotografi al seguito dell’evento

Concludo dandovi appuntamento al prossimo anno e se avete commenti , recensioni da inviarmi sul nostro operato di PaceRunningZen , potete inviare una e@mail aignazioantonacci@runningzen.it , i vostri commenti, consigli, esperienza, ci serviranno per fare sempre meglio il nostro compito di Pacer!

Buona corsa e buon divertimento!
Prof. Ignazio Antonacci
www.runningzen.net

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>