Cronaca slide — 02 febbraio 2015

mostra 2015Sì, è stata davvero la gara dei record. La “Mostra d’Oltremare Half Marathon” lascia il segno, e lo fa con una seconda edizione che riprende la splendida scia organizzativa della prima, la esalta (nonostante una giornata non proprio delle migliori dal punto di vista atmosferico) e la traduce nel record di atleti all’arrivo (2000), con un grande Andrea Lalli al primato del tracciato (1h04’40”) e Meryem Lamachi a quello femminile, con un buon 1h18’47” all’arrivo. Gran gara, nonostante la pioggia e persino la grandine che ha fatto compagnia (non proprio gradita) agli atleti, da quando si era al 5° km, quando cioè gli atleti erano nel pieno della bellezza di Napoli, davanti al Castel dell’Ovo. Ma né la pioggia e né persino la grandine ha potuto nulla contro la passione dei 2000, contro la passione di chi corre e che, nonostante una giornata così, ha voluto essere protagonista di questa splendida mezza Maratona. La macchina organizzativa è stata sottoposta ad un test (non voluto) davvero tosto, alla fine superato alla grande.

Gara

Andrea lalli è tutto proiettato verso Rotterdam e la sua maratona, il 12 Aprile. Ha chiesto (e con infinito piacere l’organizzazione lo ha accolto) di essere a Napoli per testare la Gamba in vista della 42. Nessun ritmo programmato, più che altro saggiare la condizione. E la condizione, vedendolo correre, è di quelle più che positive. Passaggio sui 3’02” di media ai 5000 (con lui Samir Jouaer e Youness Zitouni), per poi lasciare la compagnia, tenendo alto il ritmo (per gli altri proibitivo), e posizionarsi su un 3’04” di media tenuto fino alla fine. Complimenti al ragazzo delle Fiamme Gialle, un piacere vederlo correre. A Samir Jouaer (Il Laghetto) la seconda piazza, con 2’30” dal leader. Terzo (sempre il Laghetto) Youness Zitouni. Secondo degli italiani all’arrivo, e quarto nella classifica finale, Giovanni Grano, seguito da Giuseppe Soprano. A seguire, Gianluca Piermatteo, Dino Selce, Francesco di Puoti, Antonello Sateriale e Andrea Lazzarotti.

Gara femminile con Meryem Lamachi alla vittoria, dopo una condotta di gara strana o, per meglio dire, a rischio. Partenza molto forte (3’32” di media al 5 km), per poi rallentare notevolmente al 13^ km, e chiudere sul piede dei 3’43”, con un finale di 1h18’35”. A Gloria Marconi sono bastati 1h22’31” per aggiudicarsi la seconda posizione sul podio. La forte atleta della Calcestruzzi Corradini, tra l’altro anche testimonial dell’evento, ha gestito benissimo la gara, precedendo poi di oltre 2’ la vincitrice della scorsa edizione, Siham Laaraichi. Ai piedi del podio, le ottime prove di Fabiola Desiderio e Martina Fierro. A seguire, nelle prime 10: Anna Bornaschella (Atl. Venafro), Mena Febbraio e Lucia Avolio (Napoli Nord Marathon), Consuelo Ferragina e Susy Giocondo.

Premi speciale per le società più numerose, alla Aeneas Run e Amatori Teramo.

La Mezza Maratona della Mostra d’Oltremare a Napoli ha saputo essere all’altezza delle tante e speciali attese a lei rivolte. Attese ripagate da un evento che ha saputo rispondere positivamente a quanti gli hanno dato fiducia. La RuNaples (con Benny Scarpellino infaticabile coordinatore di tutto) ha confermato se stessa, confermando qualità e passione organizzativa. Doti che sanno portare lontano…e che sanno fare la differenza.

Marco CasconeMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>