slide TuttoCampania — 02 febbraio 2014

Mostra D'Oltremare.Grandiosa la prima. In totale sintesi, questo è quanto ho da dire in merito alla prima edizione della “Mostra d’Oltremare Half Marathon”. Le condizioni per una grande riuscita di questa 21 km c’erano tutte, e tutte le condizioni si sono verificate. Napoli città ha risposto al meglio, non solo attraverso le sue bellezze ma con un’operatività delle forze dell’ordine di assoluto valore, tanto da avere un percorso totalmente blindato, tutto dedicato alla corsa. Visto il risultato finale dell’evento, sarebbe quasi inutile sottolineare la perfetta macchina organizzativa, ma voglio comunque evidenziare l’accoglienza, l’assistenza e l’operatività di tutto lo staff messo su dalla Runaples (con Benny Scarpellino a coordinare il tutto). La Mostra d’Oltremare? La ciliegina sulla torta, una scelta operativa eccezionale.

Gara

Umidità decisamente alta, pioggia continua ma non esagerata, percorso veloce nella parte iniziale e finale (tranne qualche leggera salita in zona Mostra, all’altezza della splendida fontana dell’esedra), con centro storico impegnativo, ma che non poteva e non doveva mancare nel tracciato della nuova 21 km di Napoli.

La gara maschile (con notizie che sono arrivate in zona arrivo grazie alla bravura e l’impegno di Salvatore Albrizio) ha visto da subito i due Marocchini Zitouni e Roqti in testa, con passaggi in simultanea fino al 6° km, qui la svolta: Zitouni ha accusato una fitta al polpaccio, ed è stato costretto ad abbandonare, Roqti (in gran forma) è poi passato solitario al 10.000 sul piede dei 3’07” a km. Alle sue spalle Mourid Morad e Adim Ismail, con il primo Italiano, Giovanni Grano, a pochi metri a gestirsi in vista degli ultimi, decisivi km. Abderrafii Roqti (Finanza Sport Campania) non ha avuto poi nessun problema a giungere solitario al 18,3 km, quando cioè è entrato nella Mostra d’Oltremare, per poi proseguire con una vera passerella, un giro d’onore che lo ha portato ad essere il monopolizzatore dell’evento, a firmare il primo albo d’oro dell’Half Marathon: per lui 1h06’22” (3’08”5 a km). Così come ho accennato, la gestione gara di Giovanni Grano ( Nuova Atletica Isernia) è stata intelligente e capace di fare la differenza, quando è servito farla: negli ultimi km. Giovanni ha superato Ismail Adim ed è arrivato 2° assoluto, primo italiano. Quarto assoluto, l’atro Marocchino: Mourid Morad, Podisti Cava Picentini.

Terzo e quarto italiano all’arrivo Giuseppe Soprano e Gianluca Piermatteo, con bella prova anche per Gennarino Varrella, Enrico Signorelli, Gennaro Ciambriello e Marco Piccolo (tutti nei primi 10).

La gara femminile aveva una protagonista annunciata, pronosticata vincente: Gloria Marconi. Gloria però è arrivata a Napoli ed ha gareggiato, nonostante dei problemi fisici accusati proprio venerdì sera, ed ecco che la fortissima bionda ragazza Fiorentina ha dovuto mollare un po’, e si è dovuta accontentare della seconda posizione. Niente però toglie valore alla bella vittoria della Siham Laaraichi, atleta del Team Finanza Sport Campania. Siham ha nuovamente dimostrato di saperci fare anche con le distanze, tanto da chiudere in 1h19’44”. Detto del secondo posto di Gloria Marconi (Corradini Rubiera) bella prova quella della Chiara Giangrandi, terzo gradino del podio per lei (1h26’) con Fabiola Desiderio ottima quarta, con (alle sue spalle) la Campana Tina Franzese (tornata ad essere buona protagonista sulla 21 km) e, nelle prime 10: Chiara Colatosti, Mena Febbraio, Susy Giocondo, Giovanna D’Abundo e Lucia Avolio.

Classifica a squadre vinta dalla Napoli Nord Marathon.

A rappresentare l’interesse della città per questa nuova avventura organizzativa, ecco la presenza del Sindaco de Magistris al momento della premiazione e, ancor prima, durante gli arrivi. Con lui il Dott. Andrea Rea, primo responsabile della Mostra D’Oltremare. Mostra d’Oltremare che ha dato il nome a questa nuova gara e, soprattutto, è stato il vero punto di riferimento per un’organizzazione che si è rivelata di altissimo spessore.

Marco Cascone

 

 

Per podistidoc.it: Marco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>