TuttoCampania — 25 aprile 2013

Mondragone in CorsaRipartito dai molti problemi organizzativi dello scorso anno, Aldo Martucci (e con lui Antonio Esposito e la Napoli Nord Marathon) ha saputo dare una svolta a 360° alla sua gara, alla 10 km di Mondragone. La bravura di un organizzatore sta nel sapere fare tesoro di quanto di negativo possa accadere durante il suo evento, ripartire e aggiustare la rotta. Tutto questo è avvenuto, ed esaltato, in occasione di una gran bella edizione della “Mondragone in Corsa”. Il caldo e l’afa ha in parte condizionato l’avanzata degli atleti, appesantendo un po’ il crono finale, ma non ha scalfito alcuna emozione, non ha tolto nulla allo spettacolo della corsa su strada che, a Mondragone, ha trovato terreno fertile, proprio grazie ad un ottimo coordinamento di tutte le forze in campo.

Gara

Ho accennato al caldo e l’afa, cosa che però non ha condizionato più di tanto un Ismail Adim in splendida forma. Stato di forma palesato non tanto durante la prima parte di gara, corsa sul piede dei 3’10” a km, ma soprattutto nella seconda metà del tracciato, il tutto velocemente percorso sul piede dei 3’02” a km. Ritmo esaltato quindi nella seconda parte, e ritmo che è diventato proibitivo per tutti gli avversari del portacolori della Napoli Nord Marathon. Jawad Soigra ha cercato di tenere Adim, ma alla fine si è dovuto anche guardare le spalle, visto il rientro negli ultimissimi km di Giuseppe Soprano (Mov. Sport. Bartolo Longo), fresco campione regionale in pista dei 10.000 metri. Podio, quindi, con gradino alto per Ismail, per lui 31’10”, alla sua destra Soigra (Il Laghetto) in 32’06”, con a soli 5” Soprano. Belle le prove anche per kamel Hallag, Romualdo Barbato Gennaro Varrella, giunti nell’ordine.

Gara donne con la splendida prova di Antonietta D’Orsi. Tesserata per il team Pol. Ciociara Antonio Fava, Antonietta ha saputo fare la differenza, gestirsi al meglio, gestire il caldo e le avversarie, giungendo al traguardo in 38’47”. Fatima Moaaouyah (Enterprice Sport&Service) in buona condizione, per lei secondo gradino del podio, a 24” da Antonietta. Per Virginia Petrei (Atl. Teramo) un bel terzo posto, con un finale sui 3’57” di media. Alle spalle del tris da podio della “Mondragone in Corsa” l’arrivo di Cathy Barbati (tornata finalmente alle gare), Alessandra Insogna e Luisa Abbate.

La classifica a squadre è andata alla Napoli Nord Marathon ma, per autoesclusione dai premi in quanto team organizzatore, il premio a squadre è andato alla Road Runners Maddaloni.

Cosa dire: le persone superiori sanno ripartire e lo fanno aggiustando il tiro, puntando al meglio. Aldo Martucci lo ha saputo fare, e di questo (conoscendolo) non avevo dubbi. Al suo fianco un team affiatato e operativo, quale la Napoli Nord Marathon di Antonio Esposito e la presenza di altri amici selezionati, competenti.

Aldo ha saputo svoltare e farlo alla grande. Passione e voglia di ben figurare: questo è ciò che fa la differenza…

Marco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>