Cronaca — 20 marzo 2006

Signori: il medagliere italiano continua a gonfiarsi in maniera smisurata! Anche nel week end gli azzurri fanno incetta di medaglie a Linz, dimostrando (se ce ne fosse stato bisogno!) la grande vitalità del mondo master. Il sabato e la domenica gli atleti sono stati impegnati nei 60 m (piani e ostacoli), nei vari lanci, nella mezza maratona e nella marcia.
Nella giornata di sabato, tante le gare e tante le emozioni. Come l’ennesima, quella regalata dalla sfida interna tra Bruno Sobrero e Ugo Sansonetti, entrambi M85, che regalano all’Italia rispettivamente un oro e un argento nei 60 m. 10’03 per il primo e 10’45 per il secondo anche stavolta vicinissimi. Vicinissimi sino quasi a sfiorarsi sono stati anche Christian Trajkovski (Danimarca) e Mario Longo nella categoria M40: 6’97 per il primo e 6’98 per il secondo. Un buon argento per Longo che può ritenersi soddisfatto visto che ha sfiorato il record italiano (suo!) siglato ad Ancona per solo un centesimo.
A Emma Mazzenga (W70) mancava l’oro! Così è andata a conquistarselo nei 60 m chiudendo con 10’65. Stesso epilogo per Ottavio Missoni (M85) che chiude con la misura di 7,59 m la gara del lancio del peso. Brunella del Giudice (W60) invece voleva un argento e se l’è preso nel lancio del martellone con la misura di 13,83 m.
Passiamo ai salti. Nel salto in alto, Ingeborg Zorzi (W55) conquista il terzo posto con la misura di 1,27 m. Salta invece lunghissima, molto più delle sue avversarie, la nostra triplista Elisa Neviani (W40): 12,01 m la misura per lei e una bella medaglia d’oro.
Ottimi risultati anche nel salto con l’asta. La pluricampionessa italiana Carla Forcellini (W45) arriva seconda con la misura di 3,20 m mentre tra gli uomini conquista la medaglia di bronzo Hubert Indra (M45) con la misura di 4,20 m. Argento per Amelio Compri (M80) che con 2,00 m sigla il primo record italiano per questa categoria. I precedenti, comunque, erano i suoi!!


La domenica mattina è stata la volta della mezza maratona, gara che insieme al cross, faceva parte delle manifestazioni complementari alle gare indoor. Anche qui non sono mancate le medaglie, sia individuali che a squadre. Sicuramente ci si aspettava una prestazione migliore da Roberto Barbi (M40), visti i suoi precedenti, chiude in 1h 12’07, al quarto posto, bel lontano dai suoi tempi consueti. Tra le W35, secondo posto per Lorella Pagliacci che chiude in 1h23’44 ed aiuta le compagne di categoria, Sabrina Castello e Francesca Pini Prato a conquistare l’argento a squadre. E’ andata meglio alle W50: Rosalia Zanoner chiude al secondo posto con 1h27’00 e insieme a Renata Solmi e Daniela Cera si appende al collo anche un oro a squadre. Tra gli uomini, grande prova di Albert Rungger: categoria M50, tempo 1h12’29 roba da far invidia ai giovinotti (vedi tempo di Barbi per confronti!!). Oro anche per Andrea Senes (M65) che taglia per primo il traguardo dopo 1h25’46. Infine, argento a squadre per l’Italia tra gli M45 ad opera di Othmar Anton Habicher, Rossano Altini e Mauro Dallacosta.
Non è andata come ci si aspettava nella 10 km di marcia, specialità questa in cui l’Italia, in genere, brilla in maniera articolare. Bernardo Cartoni (M35) arriva quarto ma insieme a Rosario Petrungaro e Luigi Paulini si mette al collo una medaglia d’argento a squadre. Petrungaro, preso a prestito dalla categoria M45, chiude al secondo posto la sua gara in 49’19’24, una decina di secondi dopo l’irlandese Patrick Murphy.
A dimostrare che l’unione fa la forza c’è anche Roberto Cervi (M50) arrivato quinto in gara ma meritandosi la medaglia d’argento per aver dato una mano a Mauro Ronchi e Filippo Collatina nella categoria M40.
Tre bronzi e un oro nella gara dei 60 m ostacoli. Una medaglia di bronzo va a Simonetta Martelli (W50) che chiude in 10’36, una va a Antonio Vannucci (M35) con 8’44 e una a Thomas Oberhofer (M40) con il tempo di 5’54. Ennessimo oro per Bruno Sobrero (M85) che chiude in 13’16.
Edmund Lanziner conquista l’argento nel lancio del peso (M45) con 13,86 m mentre, per concludere, Galdino Rossi (M65) salta con l’asta per 3 m.. misura identica a quella del finlandese Jorma Pirinem ma, probabilmente per numero di errori, finisce al secondo posto.


Uff che faticaccia.. questo è quanto!! Tante medaglie, tanti numeri e tanti nomi probabilmente è molto difficile leggere questi articoli senza annoiarsi, però è giusto fare una minicronaca di ciò che succede a Linz. Se vi piace l’atletica su pista, fateci un pensierino per i Mondiali vi assicuro che vi divertirete! Io per fortuna devo aspettare ancora.. almeno fino al 2009!! Ma la cosa non mi dispiace. Paziento con piacere!


Ecco il medagliere degli azzurri dopo il week end.


ORO
W40: Elisa Neviani (Salto Triplo) 12,01 m
W50: Rosalia Zanoner, Renata Solmi, Daniela Cera (Mezza Maratona)
W55: Waltraud Egger (3.000 m) 11’21″39
W55: Waltraud Egger (800 m) 2’35’63
W70: Emma Maria Mazzenga (60 m) 10’65
W70: Dina Cambruzzi (60 hs) 16’58
M40: Manfred Premstaller (8 km Cross) 27’38’47
M40: Enrico Saraceni (200 m) 22″09
M45: Hubert Indra (Pentathlon) p. 4.010
M50: Albert Rungger (Mezza Maratona)  1h12’07
M65: Andrea Senes (Mezza Maratona)  1h25’46
M75: Luciano Acquarone (3.000 m) 12’19″35
M75: Luciano Acquarone (8 km Cross) 37’32’23
M80: Amelio Compri (Salto con l’Asta) 2,00 m
M85: Bruno Sobrero (200 m) 36″65
M85: Bruno Sobrero (Penthatlon) p. 3.673
M85: Bruno Sobrero (60 m) 10’03
M85: Bruno Sobrero (60 m ostacoli) 13’16
M85: Ottavio Missoni (Lancio del Peso) 7,59 m



ARGENTO
W35: Lorella Pagliacci, Francesca Ragnetti, Ira Capri (8 km Cross)
W35: Lorella Pagliacci (Mezza Maratona)  1h23’44
W35 Lorella Pagliacci, Sabrina Castello, Francesca Pini Prato (Mezza Maratona)
W45: Carla Forcellini (Salto con l’Asta) 3,20 m
W50: Rosalia Zanoner (Mezza Maratona)  1h27’00
W60: Brunella Del Giudice (Martellone) 13,83 m
W70: Emma Mazzenga (800 m) 3’24’13
M35: Alessandro Eccheli, Alessandro di Priamo, Enrico Crisostomi (8km Cross)
M35: Rosario Petrungaro, Bernardo Cartoni, Luigi Paulini (10 km marcia)
M40: Mario Longo (60 m)  6’98
M40: Manfred Premstaller, Giuseppe Pagano, Claudio Ubaldi (8km Cross)
M40: Giorgio Federici (Salto Triplo) 13,85 m
M40: Roberto Cervi, Mauro Ronchi, Filippo Collatina (10 km marcia)
M45: Rosario Petrungaro (3.000 m marcia) 13’45’86
M45: Othmar Anton Habicher, Rossano Altini, Mauro Dallacosta (Mezza Maratona)
M45: Rosario Petrungaro (10 km marcia) 49’19’24
M45: Edmund Lanziner (Lancio del Peso) 13,86 m
M55: Vincenzo Felicetti (200 m)  25″12M70: Bruno Baggia (3.000 m) 11’55″82
M65: Galdino Rossi (Salto con l’Asta) 3,00 m
M70: Bruno Baggia (8 km Cross) 37’27’93
M85: Bruno Sobrero (Salto in Lungo)  3,31 m
M85: Ugo Sansonetti  (200 m)  36″73
M85: Ugo Sansonetti (60 m) 10’45


BRONZO
W35: Lorella Paglliacci (8 km Cross) 34’01’23
W35: Luisa Giudici (Salto in Lungo)  5,23 m
W35: Maria Letizia Bartolozzi (Martellone) 12,28 m
W50: Simonetta Martelli (60 m ostacoli) 10’36
W55: Ingeborg Zorzi (Salto in Alto) 1,27 m
W60: Brunella del Giudice (Penthatlon) p. 2.168
W70: Emma Maria Mazzenga  (200 m) 37″22
M35: Alessandro Eccheli (8 km Cross) 28’22’26
M35: Antonello Palla (200 m) 22″84
M35: Antonio Vannucci (60 m ostacoli) 8’44
M40: Ivano Pellegrini (800 m) 2’03’11
M40: Thomas Oberhofer (60 m ostacoli) 8’54
M45: Guido Potocco (3.000 m) 9’13″53
M45: Hubert Indra (Salto con l’Asta) 4,20 m
M55: Konrad Geiser (800 m) 2’15’79
M60: Giorgio Bianchi (8 km Cross) 33’05’01
M85: Ottavio Missoni (Salto in Alto) 0,92 m

 

Autore: Sonia Marongiu

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>