Cronaca — 06 dicembre 2009

Per un giorno oltre al mare e ai laghi caratteristici del Parco Nazionale del Circeo, a Sabaudia c’è stato anche un fiume. Un fiume coloratissimo, formato dalle divise di gara di oltre mille atleti che si sono dati appuntamento nella cittadina tirrenica per prendere parte alla dodicesima edizione della Maratona di Latina Provincia-Trofeo Città di Sabaudia. Ancora un successo per la 42 chilometri in terra pontina, per il secondo anno consecutivo organizzata dall’Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti a Sabaudia. E, dopo non essere riuscito mai a conquistare il gradino più alto del podio nelle dieci edizioni disputate nel capoluogo, per la seconda volta di fila la vittoria è andata a Giorgio Calcaterra. Una performance che ha spinto il delegato allo Sport Giampiero Fogli ed il sindaco di Sabaudia Maurizio Lucci a promettere le chiavi della città al portacolori della Running Club Futura Roma, se nel 2010 riuscirà a mettere a segno il tris.


Dopo il primo giro di 2 chilometri, abbinato al tracciato della Stracittadina aperta a tutti e dedicata in particolare alle scuole, Calcaterra ha preso il comando della gara in coppia con Giuseppe Minici dell’Lbm Sport Team. Il tandem ha proseguito insieme per quasi tutta la gara, lasciandosi il vuoto alle spalle. Un’ora, quattro minuti e ventitre secondi il riscontro cronometrico di Calcaterra e Minici al diciottesimo chilometro, 1h14’21’ il passaggio alla mezza maratona, con quattro minuti di vantaggio sui diretti inseguitori.


Solo nel rettilineo finale Calcaterra ha imposto il distacco decisivo al diretto avversario, aggiudicandosi la vittoria finale. Una vittoria che arricchisce un palmarés già di elevato prestigio: l’atleta romano, infatti, si è laureato Campione del Mondo della 100 chilometri nel 2008, titolo che ha sfiorato anche quest’anno, quando ha conquistato in Belgio la medaglia di bronzo alle spalle


Giorgio Calcaterra ha fatto fermare i cronometri dopo due ore, ventisette minuti e 18 secondi, con undici secondi di vantaggio su Giuseppe Minici. Terzo posto per Marciano Pilla (Atletica Venafro) in 2h41’11’, quarto Gastone Breccia (G.P. Arredamenti Cremona) in 2h41’37’ e quinta piazza per Mario Scarola (AS.D. Napolirun) in 2h43’34’. Ottavo posto per Patrizio Iannarilli, che veste la maglia della Podistica Terracina ed è stato il primo al traguardo fra gli atleti della provincia.


Molto appassionante anche la gara femminile, con l’affermazione di Tiziana Nesta, beniamina dell’Atletica Anzio, che ha concluso entro il muro delle tre ore, con il tempo di 2h58’06’. Poco più di un minuto di vantaggio sulla capitolina Paola Salvatori (U.S. Roma 83): per lei 2h59’14’.


Terzo gradino del podio per Maria Rita Alba (Cral Angelini), in una gara particolarmente ricca dal punto di vista della partecipazione femminile.


Oltre ai cinquecento atleti che hanno preso parte alla maratona, il totale delle presenze è stato impreziosito dai trecento iscritti alla Stracittadina e dagli oltre duecento al via della gara competitiva di 11 chilometri, nella quale ha prevalso l’algerino Tayeb Filali del Centro Fitness Montello col tempo di 35 minuti e 25 secondi. Seconda piazza per Giancarlo Falcone (Atletica Amatori Velletri) in 37’03’ e terzo posto per Tiziano Diadei (Latina Runners) in 39’05’.


Tra le donne successo di Patrizia Di Principe (Olimpic Marina di Minturno) in 45’36’, davanti a Luana Santucci (Podistica Questura di Latina) col tempo di 46’18’ e a Roberta Andreoli (Podistica Avis Priverno) in 46’30’.


Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti anche il presidente regionale della Fidal Marco Pietrogiacomi ed il main sponsor del Grande Slam-Trofeo Icar Renault, di cui la Maratona rappresenta l’ultimo appuntamento. Grande soddisfazione nelle parole dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Sabaudia e degli organizzatori, a cominciare dai vertici dell’Uisp provinciale.


«Anche quest’anno – hanno affermato il sindaco Lucci e il delegato allo Sport Fogli – la Maratona ha rappresentato il principale evento sportivo in provincia, e siamo orgogliosi che l’Uisp abbia scelto Sabaudia per ospitarlo. La Maratona si svolge in un periodo dell’anno in cui una manifestazione di questo genere contribuisce a rivitalizzare la stagione turistica, che non può limitarsi ai soli mesi estivi. Anche per questo abbiamo offerto un percorso che ha toccato le bellezze della città, dal lago al mare, fino al centro storico della città».


L’entusiasmo è confermato dal presidente dell’Uisp Natalino Nocera e dal responsabile della Lega Atletica Domenico Lattanzi.


«La presenza di oltre mille persone al via, con atleti provenienti da tutta Italia – hanno dichiarato Nocera e Lattanzi – e la vittoria di Giorgio Calcaterra, che bissa il successo del 2008, sottolineano come nonostante aumenti il panorama delle maratone in Italia, la nostra 42 chilometri rimane la prima del centrosud, esclusa Roma. Un riscontro motivato anche dalla grande attenzione che poniamo nei confronti dei corridori, cercando di offrire loro le migliori condizioni possibili. Anche il percorso, immerso nel Parco Nazionale del Circeo, ha fatto la sua parte nel ribadire l’apprezzamento unanime testimoniatoci dagli atleti».


Un ringraziamento, affermano gli organizzatori, va anche alle Forze dell’Ordine, coordinate dalla Questura di Latina, ovvero la Polizia di Stato, i Carabinieri, la Polizia Municipale di Sabaudia, la Polizia Provinciale e il Corpo Forestale dello Stato, e ai gruppi di Protezione Civile dislocati sul percorso: Protezione Civile Pontina, Gruppo Comunale di Sabaudia, Forestale Medaglia d’Oro Petrucci, Associazione Nazionale Carabinieri di Sabaudia, Gruppo Soccorso Pontino, Club Alpino Italiano, Associazione Nazionale Carabinieri Latina, Volontari Europei di Terracina, Gruppo Passo Genovese di Borgo Sabotino, Centro Operativo Circe di Terracina e Cb Rondine di Aprilia che hanno collaborato per tutelare la sicurezza degli atleti sul tracciato, con il prezioso aiuto dello staff medico, della Croce Rossa Italiana e della Croce Azzurra.


La Maratona di Latina Provincia-Trofeo Città di Sabaudia era valida anche quale tredicesima ed ultima tappa del Grande Slam-Trofeo Icar Renault, il circuito organizzato dall’Uisp in collaborazione con Mapei, Sport ’85, Polase Sport ed Ipermercato Panorama Latina.


Festa finale dello Slam domenica 20 dicembre, con la Maxistaffetta Uisp al Campo di Atletica Leggera di Latina: festa che proseguirà con la cerimonia di premiazione del circuito nell’Auditorium Ponchielli della Scuola Media Alessandro Volta.


 

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>