TuttoCampania — 18 ottobre 2010

Domenica 17 ottobre ore 8.30 Morcone. Manca un’ora alla partenza della Mezza Maratona del Sannio ma, da “bravi runner”, tutti o quasi i circa 300 atleti sono già presenti nel bellissimo sito di Morcone, che a 700 mt di altezza, ci accoglie con la sua aria limpida e frizzante, l’ideale per svegliare i muscoli al mattino. Il ritiro pettorali è una formalità: nessuna fila, tutto organizzato bene, dalla squadra dei Podisti Alto Sannio, capitanata da quel “vulcano d’energia” del suo presidente il dr. De Cicco. Ore 9.30 si parte da una zona boscosa e silenziosa poco fuori il paese. I primi 3-4 km in leggera salita contribuiscono a quietare “le gambe più scalpitanti”, invitando alla prudenza per non trovarsi poi senza benzina più avanti. Al 7 km ci accoglie la gente cordiale di Pontelandolfo: entriamo nel cuore del paese, virando attorno alla fontana in piazza Roma, per poi risalire in direzione opposta. E’ il momento dei confronti e degli incoraggiamenti: i podisti si “vedono” tra di loro, c’è chi nota l’amico in buona posizione e lo incita, chi vede qualcuno in difficoltà e lo incoraggia. Ma è anche il momento per iniziare a capire come potrebbe essere la classifica finale delle tante categorie che verranno poi premiate. Si arriva al 13 km, si vede un arco rosso…ma non è l’arrivo…è l’arco che segnala l’attraversamento di Campolattaro, ennesima piccola realtà del Sannio. Anche qui la gente applaude al passaggio dei runner: non capita tutti i giorni da queste parti…dice qualcuno. La strada comincia leggermente a salire e la fatica a farsi sentire: qualcuno ha l’acido lattico che lo sta chiamando per nome ed arranca. Il passaggio sotto l’acquedotto di Campolattaro è molto suggestivo e, per chi conosce il percorso, sa che fra poco “il peggio è passato”. Km 18 inizia la picchiata verso Fragneto Monforte: la mezza maratona si decide sempre negli ultimi 3 km, ma qui gli ultimi 3 sono da “fare a tutta” ,se le forze lo consentono. Sento molti attorno a me che dicono “cavolo stiamo andando a 3.50” Benedetta discesa!!! Dopo le ultime curve appare, come d’incanto, il bellissimo palazzo ducale di Fragneto , e allora capisci che la gara è veramente finita. Taglio il traguardo felice per la gara fatta e mi piombo sul ristoro: ricchissimo e buonissimo, vorrei mangiare tutto quello che vedo, pizza, crostate, rusitici, dolci alle mele, ma riesco solo a buttare giù tanta acqua. Pazienza: mi sazio con gli occhi !!! Attorno a me solo visi felici, tutti recuperano con facilità il proprio borsone fatto recapitare all’arrivo dall’organizzazione, non si sente l’ombra di una polemica, ma solo la gioia di aver passato una splendida mattinata attraverso colline incontaminate e paesaggi deliziosi. Per noi Sanniti è solo una gioia in più sapere della vittoria del nostro Varrella e della vittoria dell’Amatori Podismo Benevento nella classifica di società. Grazie a tutti coloro che ci hanno fatto provare tutto ciò.


 


 

Autore: Pasquale Della Torca

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>