TuttoCampania — 29 agosto 2011

Una corsa con Gregorio che ci guardava dal cielo e correva con noi. Il secondo memorial per l’amico Gregorio è fonte di rabbia per il modo in cui ci ha lasciato un amico podista, ma è anche festa nel suo ricordo. Ho provato un piacere immenso ieri a Prepezzano sapendo di correre con Gregorio, con lui che ci guardava dall’alto e ci incitava, come sempre faceva. Una persona semplice e modesta, un grande atleta che negli ultimi anni avevo imparato a conoscere.


Ieri è stato l’affetto per lui che ha spinto molti di noi a percorrere le sue strade, tra la sua gente, tra le sue montagne. Un vero piacere trovare lungo il percorso tante persone che applaudivano, come non sempre capita, e ci incitavano nel nome di Gregorio. Una corsa genuina, con la gente del posto che partecipa all’evento, si sente coinvolta e ti fa sentire di casa. Mi sono divertito molto, anche grazie alle parole di Marco, uno speaker di cui andiamo fieri, che mi ha preso in giro per la mia “abbuffata” domenicale. Anche questo è il piacere della corsa: incontrare gli amici e divertirsi con loro condividenzo emozioni e sensazioni uniche.


Grazie Marco, Grazie Prepezzano, grazie amici podisti, grazie pubblico incontrato lungo il percorso, ma soprattutto GRAZIE GREGORIO! sei e rimarrai sempre in mezzo a noi, perchè sei uno di noi.

Autore: Elio Frescani

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>