slide TuttoCampania — 11 marzo 2020

correreQuando tutto sembra andare alla rovescia, quando “il mondo” sembra andare alla rovescia…la famiglia dei runners non si ferma!

Sì, non si può accettare passivamente che la disperazione e la paura condizioni le nostre vite, le nostre scelte.

Qualcosa, (ovviamente nel rispetto rigoroso di tutte le normative di sicurezza dettate dalle ordinanze e dall’OMS), dovevamo pur inventarcela.

Qualcosa che ci permettesse di dare sfogo alla nostra passione, la corsa, e contemporaneamente di esorcizzare la paura.

Occasione rubata oggi, 8 marzo, alla festa della donna!

E così si è pensato di organizzare un simpatico ritrovo di amici che, aspettando la “Coppa Cristofaro”, approfittano per dar vita ad un allegro e chiassoso allenamento collettivo, con tanto di casatiello, vino, coppe e brindisi finale offerto dalla famiglia Veneruso e Piero De Santis.

Un’occasione per promuovere la “Coppa Cristofaro” che ci sarà il prossimo 27 giugno e per non darla vinta a quella subdola paura che ormai da settimane serpeggia nell’aria.

Sono le 7.40 di domenica 8 marzo, che Volla vede una decina di autovetture parcheggiare nello spiazzo adiacente lo slargo previsto per la partenza.

Una trentina di amici scende dalle vetture e inizia, tra uno sfottò e una risata, un saluto simulato a distanza ed una battuta, ad indossare completino e scarpette per prepararsi alla partenza.

Tanti i simpatici saluti inventati sul momento per mantenere la distanza di sicurezza ed esorcizzare la paura(nel pieno rispetto delle normative e dei suggerimenti per la sicurezza).

Alle 8.00 in punto, tutti sparpagliati, alla distanza di almeno un metro l’uno dall’altro, occupiamouna superficie enorme e ci sentiamo come un piccolo esercito schierato in modalità d’assalto.

Dalla voce del mitico Pino Veneruso, l’input per la partenza catapulta questi impavidi podisti per le strade di Volla, quelle strade conosciute e migliaia di volte battute da tutti i presenti che lì si allenano ogni mattina.

Il plotone si sfilaccia fin da subito, portando ognuno ad assestarsi sul proprio ritmo.

E’ una bella passerella, e per chi ha il piacere di esserci, seppur da spettatore, applaude con entusiasmo il primo passaggio al 5000 e poi l’arrivo sulla linea virtuale del traguardo.

Gli arrivi si susseguono alla spicciolata, fino all’arrivo dell’ultimo amico che decreta l’inizio della festa fatta di casatielli, mozzarella, vino e brindisi.

Ringrazio Peppe Veneruso e tutta la sua famiglia, Piero de Santis e gli amici presenti per la bella domenica trascorsa, con un augurio a tutte le donne el’appuntamento al 27 giugno per la “Coppa Cristofaro”.

Marilisa Carrano per Podistidoc

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>