Atletica News slide — 26 febbraio 2014

Galvan_Matteo_Le ultime maglie tricolori, in ordine di tempo, le ha indossate domenica, vincendo i 400 e contribuendo al successo della staffetta delle Fiamme Gialle agli Assoluti indoor di Ancona. Adesso Matteo Galvan si prepara a tagliare un altro traguardo di prestigio: sabato 1° marzo, a Montecchio Maggiore, nel Vicentino, il velocista berico sarà incoronato Atleta veneto dell’anno nella tradizionale Festa dell’atletica organizzata dal Comitato regionale della Fidal.

Dopo un periodo condizionato dagli infortuni, Galvan si è riproposto all’attenzione generale nel 2013, raggiungendo la semifinale dei 400 ai Mondiali di Mosca e conquistando un doppio oro (400 e 4×400) ai Giochi del Mediterraneo di Mersin. Nell’arco dell’anno ha anche portato i suoi primati personali a 20”50 nei 200 e 45”35 nei 400. Ora punta ad un 2014 da protagonista. Obiettivo, naturalmente, gli Europei di Zurigo.

Una coppia di azzurrini del mezzofondo, il trevigiano Jacopo Lahbi e il bellunese Enrico Riccobon, si sono invece aggiudicati il premio di Promessa veneta dell’anno. Lahbi, appena ventenne, si è laureato campione nazionale promesse degli 800 metri, correndo la distanza in 1’47”52, secondo tempo italiano assoluto dell’anno. Riccobon, di due anni più giovane, ha vinto il titolo italiano juniores sul doppio giro di pista e, pur essendo al primo anno di categoria, ha conquistato anche il bronzo agli Assoluti di Milano. Il futuro sono loro.

L’edizione 2014 di “Atletica veneta in festa” assegnerà anche tre riconoscimenti speciali: alla campionessa europea juniores di salto triplo, la vicentina Ottavia Cestonaro, e a due atleti delle Fiamme Oro, lo sprinter Michael Tumi, bronzo agli Euroindoor nei 60 metri, e il saltatore in alto Silvano Chesani, arrivato ad eguagliare il record italiano (2.33), migliorato domenica scorsa da Fassinotti.

Lunga, come sempre, la lista dei premiati, con riconoscimenti per società, atleti, dirigenti, tecnici, giudici di gara e amministratori locali. Appuntamento alle 16.30 di sabato 1° marzo, al Cinema-Teatro San Pietro di Montecchio Maggiore. La Festa è lì.

fidal veneto

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>