Cronaca — 09 febbraio 2007

Era qualche giorno che non navigavo podistidoc (scusatemi!!!), pensavo di trovare elogi all’organizzazione della MareMonti perchè ci ha fatto vivere una bellissima giornata di sport, ma quello sport Sano, bello, spensierato, quello che permetteva ad ognuno di noi di fare la sua gara, di esprimersi al meglio. Invece no! Leggo delle critiche ed anche delle cattiverie. Sono in controntrotenza con le critiche lette (anche se sono sicuro essere in netta minoranza). Con molta umiltà voglio raccontarvi la mia gara. Salto inutili dettagli… ho impiegato 1h36′, sono quindi arrivato in centro gruppo o forse un poco prima del gruppone, mi sono diretto al punto di ritiro pacco gara, vi erano già altre persone, mi sono messo in fila. Dopo di me sono ovviamente arrivate anche altre persone, ho notato subito venir fuori la parte peggiore che ci distingue… cioè chi arrivava dopo di me non si metteva in fila o al fianco… no! Cercava di arrivare prima, di infilarsi. Il disordine che c’era non era dovuto all’organizzazione, no, era dovuto al nostro essere maleducati. La cosa più deludente di tutte sapete qual è? Che tra le persone critiche con l’organizzazione ci sono proprio dei personaggi autori delle furbate che raccontavo poco fa (li ho riconosciuti). La domanda sorge spontanea. Ma noi siamo anche propositivi con l’organizzazione cercando di aiutare, anche con intelligenza, lì dove essa ha mancato (forse)? Siamo noi tutti tolleranti? Facciamo noi tutti propri i valori dello sport? Vorrei poi togliermi una curiosità, ma preferirei essere risposto solo da chi è parte in causa, avete mai corso la Roma-Ostia?, la Stramilano?, la maratona di Roma? per citare solo le più grosse con delle organizzazione elogiate da tutti… io le ho corse tutte, con me le ha corse anche qualche persona che si è tanto lamentato, abbiamo avuto avuto dei disagi immani, indescrivibili, eppure nessuno si è lamentato, ci mettevano in fila come dei co…ni sotto l’acqua e sotto il vento e non parlavamo perchè eravamo lontani da Napoli e dalla provincia, ma appena rientrati… tutto deve filare liscio, l’organizzazione deve essere perfetta. Concludo, rischierei di essere tedioso per qualcuno, dovremmo essere un poco più umili tutti, FARE UN PASSO INDIETRO E SCENDERE TUTTI DAL PIEDISTALLO. Non si fa! Non si predica bene e si razzola male! Faccio un sencero augurio all’organizzazione spronandoli ad andare avanti conviti, i numeri danno ragione (il podista è sovrano se premia una manifestazione vuole dire che c’è gradimento. Anche verso l’organizzazione).

Autore: Paolo De Marco

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>