Cronaca — 11 aprile 2010

Una giornata niente male, con il sole che ogni tanto faceva capolino, ma con un tasso di umidità non proprio dei migliori. Queste le condizioni atmosferiche che hanno accompagnato gli oltre 1000 atleti al traguardo di un’edizione della MareMonti che ritrova i suoi appassionati, e magari ne aggiungerà molti altri nelle prossime edizioni.


Kenia doveva essere, vista la lista dei partenti, e Kenia è stato in gara maschile. Ieri sera, mentre prendevo la circuì andando via da Sorrento, incrociai proprio i due ragazzi centro africani: già la loro fisicità prometteva quanto poi hanno realizzato. Il tempo del vincitore (Abraham Talam 1h05’03’) e del secondo arrivato (Mathew Rugut, a 5″) non è stato di quelli da annali dell’atletica, e neanche della stessa Mezza di Sorrento, ma tutto sommato è stata una prestazione di buon livello. Kenia, Kenia e poi Marocco & Marocco. Roqti e Ben Khadir hanno fatto una gara non eccezionale (soprattutto Abdel, il tutto dovuto ad un calo di condizione registrato in questi ultimi tempi, cosa che gli ha impedito di seguire il duo di testa, anche se ha comunque tentato di farlo) ma hanno portato a casa una classifica decisamente positiva (con la loro 3° e 4° posizione). Romualdo Barbato è stato il primo degli italiani al traguardo, con una prestazione tutto sommato più che positiva, anche se Romualdo ha decisamente altri tempi nel suo carnet da poter offrire a pubblico e appassionati (per lui 1h10’59’).


Primo tra i sorrentini, e per lui il trofeo speciale in ricordo di Cordiale Maresca, Marco Russo. Per Marco una buona prova, sul piede dei 3’30’ a km.


Gara donne con monologo di testa gara per Meriyem Lamachi. Passaggi regolari per tutto il tracciato, e chiusura con un ottimo 1h17’48’ per la ragazza del Montemiletto Team Runners.


1h22’05’ sono bastati invece ad Annamaria Vanacore per fare sua la seconda posizione. Alle spalle di Annamaria forse l’uncio vero confronto tra le primissime: Barbati-Bornaschella. Anna Bornaschella (Atl. Venafro) ha tenuto la terza piazza per buona parte della gara, per poi subire il rientro dell’esperta Cathy Barbati. Quinta posizione, gradito rientro di buon livello in gara, per Giovanna Landi (Podisti cava Picentini). Giovanna ha fermato il crono sull’1h34′ netti. Lontana dalle sue migliori performances ma il segnale di ripresa c’è tutto.


Per la prima sorrentina il premio speciale Maresca. Premio andato a Teresa Galano, del Tean Paeninsula.


Classifica per società vinta dalla Napoli Nord Marathon.


Alla mia classica e grande emozione nel presentare questa gara, oggi ne ho aggiunto un’altra: vedere all’arrivo, il nipote e il genero del mio primo allenatore. Sono venuti da Roma per correre la MareMonti, e i miei ricordi li ho rivissuti in un istante, attraverso il loro volto. E tutto si è proiettato verso un uomo straordinario, che mi ha fatto amare quello che io e voi amiamo.


 


 


 


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>