Allenamento — 12 aprile 2010

Siamo alla settimana che ci condurrà alla Maratona di Napoli. Settimana cruciale, fatta di ricerca assoluta della giusta condizione,  di cura dei particolari (non solo nel momento dell’allenamento).


L’alimentazione assume ancor più importanza. Il restare sereni, il non lasciarsi prendere dall’ansia, aiuta a non consumare energie nervose.


Le sedute saranno tutte proiettate al mantenimento di uno stato di forma che avremmo dovuto già raggiungere nei giorni precedenti ma che, se non ancora acquisito, potrà essere raggiunto proprio in questi ultimi giorni.


Per chi è alla prima esperienza sulla distanza, il consiglio è di inserire almeno due giornate di riposo, magari martedì e venerdì, e di prevedere per le altre giornate solo sedute leggere: dai 50′ a 1h di lento. Al mercoledì però consiglio di inserire una seduta di 1h di corsa, in cui prevedere 20′ a ritmo 10’/15′ migliore del lento stesso. Quindi: 30′ di lento + 20′ a ritmo 10’/15′ migliore del lento + 10′ di lento + esercizi.


Per chi invece punta alla prestazione ed ha già esperienza sulla 42 km, consiglio anche in questo caso di prevedere un richiamo ritmo al mercoledì (es: 20′ di lento + 2 x 3 km ritmo 10′ migliore del ritmo maratona, recupero di 1 km lento + 20′ di lento finale). Inoltre, inserire due giornate di riposo e sedute di 1h di lento, sempre integrate da allunghi: dai 4 ai 6, di 120/130 metri ciascuna.


Come dicevo, la forma si raggiunge anche con la giusta alimentazione. Personalmente sono contrario alla cosiddetta dieta dissociata. Per giungere al meglio alla partenza occorre aumentare di poco il consumo di carboidrati negli ultimissimi giorni. Curare l’idratazione (senza esagerare), riposo regolare e niente paure. La Maratona è una gara dal grande fascino e voi ne sarete i protagonisti: Già solo questo deve rendervi orgogliosi per quanto andrete a fare. Tutto ciò che otterrete poi in termini di cronometro sarà un piacere in più.


 


In bocca al lupo a tutti.


 


 


 


 


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>