TuttoCampania — 20 luglio 2010

Carissimo Presidente, sono Gianfranco Taddeo , mi  dispiace dover nuovamente rilevare con grande disappunto che le notizie divulgate dalla fidal regionale continuamente ignorano integralmente i risultati tecnici che avvengono nei vari meeting Nazionali ed Internazionali. Infatti nella cronaca degli ultimi 15 giorni , l’atleta Obrubanskyy Maksym Tesserato per l’Atletica Vomano , ma residente a Campagna (SA) allenato da me e per molti protagonista indiscusso dell Atletica Nazionale , non è stato minimamente evidenziato dopo il rientro per grave infortunio .sia nel meeting di Nembro dove ha corso i 3000 mt. in 8’23″4 e soprattutto in occasione del Meeting Internazionale di Velletri dove ha ottenuto una grande prestazione sempre nei mt. 3000 con il tempo di 8’15″96 ,record personale, non solo, ma si sono menzionati altir atleti campani che gareggiano fuori regione e stranieri che gareggiano con società Campane. Chi era a Velletri , forse con grande pochezza umana e sportiva, ha visto sempre gli interessi di chi deve essere   menzionato evidenziando tempi e prestazioni che lasciano seri dubbi. Caro Presidente, gia in passato le ho ricordato che tale politica non rappresenta la Regione Campania, che non è solo rappresentata da poche società ma anche dalla mia, e le ricordo che quest’anno abbiamo vinto quattro titoli regionali  a squadra indoor e outdoor, per le categorie esordienti,  oltre ad altri 8 titoli regionali individuali nelle varie categorie. Abbiamo stabilito un record Regionale autdoor, abbiamo la più forte giavellottista Regionale che occupa le prime posizioni in campo Nazionale e, mi permetta, con grande convinzione e consapevolezza (anche se non l’ho votata , perchè non seguo le tendenze  e non  ho bisogno di occupare cariche federali)  facciamo atletica leggera e creiamo movimento ormai da oltre quindici anni, con risultati di estremo prestigio ( qualche volta insegno anche all’università, Quella Per Merito) e ho il dirittto, in nome di quell’atletica che ho vissuta non da spettatore , non tanto come tecnico, ma soprattutto come atleta,  di essere indignato di fronte  a questa cultura ignobile,  e l’invito ad essere più sensibile  ma soprattutto ad alzare la voce,  Sperando  ne abbia facoltà. Quando certi collaboratori si arrogano il diritto di giudicare , di discriminare  e  di gestire l’informazione a piacer proprio ……. con poca nobiltà  e grande disprezzo   

Autore: Gianfranco Taddeo

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>