Cronaca — 18 maggio 2006

‘Una gara bellissima’, questo il commento di tutti i concorrenti alla 11° edizione dell’Ecomaratona dei Marsi di Collelongo (AQ), la più antica d’Italia e che fa parte del circuito ‘Ecomaratone d’Italia’ insieme alla gara del ‘Ventasso'(RE) e dei ‘Cimbri’ (TV).
Grande impegno da parte degli organizzatori, con la presidente dell’associazione Ecomaratona dei Marsi, Anna Maria, in prima linea nella macchina organizzativa, che non ha lasciato nulla al caso.
Veramente un’ottima organizzazione su tutti i fronti. Da sottolineare la bella presentazione dei top runner il pomeriggio del sabato e la ‘colazione dell’Atleta’ allestita presso la mensa scolastica della scuola di Collelongo molto apprezzata da tutti gli atleti.
Il percorso dell’Ecomaratona quest’anno si ripresentava sul ‘vecchio’ tracciato che, a detta di chi ha corso anche lo scorso anno, si rivela più estremo e duro nonché più lungo di circa 1 km, tant’è vero che il sottoscritto ed altri atleti muniti di GPS hanno misurato circa 43,220 km.
Partenza dal centro del paese per dirigersi verso la bellissima e suggestiva valle di Amplero, una zona che ricorda a molti gli scenari visti nel film ‘Jurassic Park’, una grande conca circondata da alte vette dell’Appennino. In questa prima fase il gruppo di testa rimane compatto con 5 elementi, Guidetti, Scipioni, Cortinovis, Fattore e Baroncini.
Attraverso vari tratti di salita e discesa il gruppetto si allunga leggermente per ‘testare’ un po’ la condizione con Baroncini e Guidetti che allungano leggermente nella conca di Amplero. Fattore non in buone condizioni decide di rallentare e chiuderà comunque 8°.
Si transita al 17° km nel centro del paese di Collelongo, con lo speaker ed il caloroso pubblico che non fanno mancare i loro incitamenti. Da qui inizia la vera salita, la gara inizia qua.
Si sale fino ai 1581 mt della Forchetta Morrea e qui gli scalatori veri hanno il sopravvento .. Guidetti s’invola verso quella che sarà un’altra vittoria al suo palmares, Scipioni e Cortinovis raggiungono Baroncini al 20° km il quale prosegue la salita senza strafare ben sapendo che poi il percorso riserverà sorprese per chi in discesa non si trova a suo agio.
Al primo impegnativo scollinamento siamo al km 23 circa, Guidetti comanda solitario con alle spalle Scipioni e Cortinovis staccati di circa 2 minuti e Baroncini a circa 3′ da Cortinovis.
Nel tratto di falsopiano che conduce al Rifugio Sant’Elia (km 27) però Baroncini recupera i 3′ minuti di gap dalla coppia davanti a lui e con Scipioni e Cortinovis proseguono insieme fino a circa il 30° km quando in discesa Baroncini e Scipioni attaccano guadagnando circa 800 mt sul brianzolo, puro scalatore, fino all’attacco della salita (la più dura della gara con pendenze e terreno tipo Skyrace ) che porta attraverso il crinale al M.te Colubrina (1713 mt). Guidetti conduce la gara, Scipioni ha circa 1′ di vantaggio su Baroncini che è stato praticamente riagganciato da Cortinovis (una grande prova per lui ma in salita addirittura eccezionale..). Siamo al 35° km.
Dalla vetta del monte però inizia una difficile e tecnica discesa che, attraverso una faggeta prima e un sentiero di pietrosi poi, in circa 6 km porta gli atleti all’arrivo. Nella discesa Baroncini fa valere le doti da discesista e in circa 3 km si riporta alle spalle di Scipioni ma quasi al ricongiungimento viene colpito da crampi e deve desistere dall’inseguimento, rallentando vistosamente il ritmo. I due chiuderanno secondi e terzi assoluti. In questa discesa così tecnica Cortinovis non si trova a suo agio e perde ben 7′ da Baroncini nei 6 km di discesa, concludendo quarto.

Classifica Maschile
1) Carlo Guidetti (Ass. Pol. Atl. Scandiano)   3h18’07’
2) Fabio Scipioni (Atletica Monterosa)   3h21’23’
3) Luca Baroncini (GS Le Panche Castelquarto) 3h22’42’
4) Damiano Cortinovis (Young Running)   3h29’43’
5) Claudio Leoncini (GS Bancari Romani)   3h33’47’
6) Mario Silipo (Runners Chieti)    3h37’38’
7) Fabrizzio Perrotta      3h41’35’
8) Mario Fattore (Atletica Vomano)   3h42’49’
9) Vincenzo Castellano  (Pasta Granarolo)  3h43’05’
10) Ivan Cudin (G.M. Udinesi)    3h45’05’


Classifica Femminile
1) Simona Vittori (GS Meo Patacca)    4h17’47’
2) Tiziana Nesta (Dream Team)     4h24’37’
3) Maria Rosa Manari (Pasta Granarolo)      4h39’13’
4) Mariagrazia Villella (ASA Detur Napoli)  4h47’16’
5)  Ilaria Crema (Ass. Pol. Atl. Scandiano)  5h04’16’


Foto: Luca Baroncini (www.fotoitinerante.com)

Autore: Luca Baroncini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>