Cronaca — 27 giugno 2006

04 giu: Alonissos, Gre



L’isola di Alonissos fa parte delle Sporadi settentrionali, cioè il gruppo di isole prossimo alla baia di Volos, un angolo poco conosciuto di Grecia e per questo forse ancora più suggestivo. Raccolta attorno al suo piccolo porto di Patitiri, 1500 abitanti, l’isola tenta di cogliere al volo il trend olimpico per incrementare la sua notorietà tramite l’organizzazione di una festa della corsa, che comprende una maratona ed altre gare più brevi. Assieme a quelle di Messinis e di Cypros sta nascendo insomma un piccolo circuito di maratone che uniscono turismo e sport, a portata di mano, con risultati soddisfacenti per tutti.
Le stradine dell’isola non agevolano certo lo sforzo dei corridori, con i loro saliscendi, le svolte e le scalette ma il fascino del luogo compensa ampiamente lo sforzo. Un centinaio di atleti ha preso parte alla seconda edizione della festa, di cui molti provenienti dall’estero. Pochi invece quelli che si sono cimentati nella distanza completa, dove ha prevalso il greco Balsis Karavasilis in 3:03.43. Ma il tempo non contava granchè. La serata si è conclusa a tavola, come spesso accade: ouzo e grigliate di pesce, naturalmente.


 


24 giu: Monte Olympus, Gre



Tutt’altro ambiente invece per questa maratona di montagna, che prevede di scalare il « Trono degli Dèi’, situato secondo tradizione sulla vetta del monte Olimpo. Si parte dal mare, si raggiungono i 2695 metri, si ritorna verso la pianura, il tutto in 42 chilometri abbondanti, con transiti nella zona delle nevi perenni. Abbigliamento ed attrezzatura da montagna.
Nonostante queste particolarità ben 219 concorrenti hanno concluso la gara prima di sera, preceduti al traguardo, per la cronaca, da Nikolaos Kalofyris (4:56.23) e Irena Maliborska (6:29.18)


24 giu: Innsbruck, Tirol Speed



La bella capitale del vicino Tirolo ospita la sua maratona estiva, favorita dalla temperatura relativamente fresca e dalla posizione baricentrica rispetto ad una importante fetta d’Europa.
Una pattuglia di keniani in vacanza ha fatto sua anche questa prova, vinta da Eric Chepkwony Kiptoon in 2:22.43, davanti ad altri due connazionali. Moltissimi gli italiani presenti, che si sono anche fatti onore sul piano agonistico. Giuseppe Veletti, torinese, è arrivato quinto in 2:40.24, mentre Marinella Curreli ha vinto la gara femminile in un buon 2:55.29, davanti alla polacca Ewa Fliegert (2:57.37)


24 giu: Le notti bianche di San Pietroburgo


L’antica capitale della Russia, da tempo tornata al suo vero nome, celebra anche lei il solstizio d’estate con una corsa immersa nelle sue favolose ‘notti bianche’. Bianche per il colore del cielo, per la frenetica vitalità degli abitanti, per le mille occasioni di distrazione e per questa corsa.
Grande partecipazione internazionale e maratona fra l’altro anche piuttosto veloce, vinta infatti da Andrzej Bryzgalov in 2:20.44.


25 giu: Maraton do Rio de Janeiro


Da quelle parti adesso siamo in pieno inverno, ed è quindi tempo di maratone importanti, come questa della capitale brasiliana, disturbata tuttavia dal caldo. Le cronache riferiscono infatti di una temperatura di 24 gradi, un po’ troppo alta per sperare in grandi prestazioni. Ciò non ha impedito ad oltre mille corridori di dipanarsi lungo un percorso molto spettacolare ma poco tecnico. Alla fine hanno vinto Josè Pereira da Silva in 2:21.14 e Leone Justina da Silva in 2:49.58


 


 

Autore: Franco Anichini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>