Maratone e altro slide — 30 luglio 2013

Isole Mauritius
clip_image00pL’estate non è certo tempo di maratone, a meno che non si svolgano in località particolarmente adatte. Oppure si trovano collocate, non casualmente, in località turistiche di buon richiamo che non trascurano di promuoversi anche attraverso questo mezzo.
E’ il caso della maratona che si corre alle Isole Mauritius, gruppo di atolli sperduto nell’Oceano Indiano, convenzionalmente facente parte dell’Africa.
Vi si parla francese, a causa di una recente colonizzazione, e quindi il nome esatto è “Ile Maurice”. La maratona locale si corre sul far della sera, in mezzo a palmeti spettacolari, su di un percorso che più piatto non si può…
Ha vinto un corridore di casa, strano a dirsi, che risponde al nome di Vishal Ittoo, che ha impiegato 2:51.44 per precedere nettamente il  francese Bruno Stefan. La prima ragazza è stata invece la tedesca Eva Offermann in 3:14.14, in una gara che invece non vede nessuna esponente locale nelle prime dieci.

 

Quito

Saltiamo adesso in sud-america, e precisamente a Quito, capitale dell’Ecuador, città di oltre un milione di abitanti, situata ad oltre 2800 metri di quota.
Da queste parti la corsa è sport molto popolare, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, ma fatica ad esprimere campioni di valore internazionale. Il paradigma altura=migliore prestazione in pianura in questo caso non è scattato, se non per prestazioni appena discrete.
E’ il caso di Franklin Tenorio, ultraquarantenne ancora sulla breccia, che in questa occasione ha saputo ancora cogliere un buon  secondo posto. Ha vinto un altro personaggio tipico, Florencio Machacuay Arredondo, che ha impiegato 2:27.55 per coprire la classica distanza.
In campo femminile Julia Rivera non ha avuto rivali, vincendo senza patemi in 3:09.39

 

Cascate Victoria
clip_image001Ci trasferiamo adesso nell’Africa Australe, nelle vicinanze delle cascate Victoria, spettacolare enorme salto d’acqua che rappresenta una delle maggiori attrazioni dello Zimbabwe.
I corridori di questo Paese gareggiano normalmente in Sud Africa, dove si fanno rispettare, attratti dai buoni ingaggi e monte-premi.
All’ombra del grande salto d’acqua, dunque, ha vinto dunque Nkosiyazi Sibanda in un buon 2:19.11 davanti a Leonard Koki (2:23.54) e Collin Parura (2:24.29). La vincitrice della prova femminile è la conosciuta Samukeliso Moyo, in 2:54.44, davanti a Chiyedza Chokore (2:57.49) e Muchaneta Gwata (3:06.07)

 

Pattaya
clip_image002Altra celeberrima località tutistica è Pattaya, in Thailandia, dove si disputa annualmente una King’s Cup che comprende anche le classiche gare di contorno della mezza maratona e dei 10km.
Anche quest’anno si è avuto un buon successo di partecipazione, mentre le prestazioni tecniche fatalmente hanno risentito del clima caldo umido, asfissiante, tipico di quelle latitudini in questa stagione.
Hanno comunque vinto con una prova dignitosa i keniani Joseph Kariuki (2:20.33) e Rose Chekurui Kosgei ( 2:42.46). Complessivamente oltre 3000 corridori hanno preso parte alla nottata di sport.

 

Badwater – correzione

Al termine dello scorso articolo, dedicato alla Badwater, abbiamo scritto che nessuno dei tre italiani presenti aveva concluso la prova. Tale informazione è errata. L’errore deriva dalla consultazione del file che riporta l’arrivo, dove non ci siamo resi conto che, in quel momento,  si trattava di un file “aperto” suscettibile di venire aggiornato. Siamo stati tratti in inganno anche dall’abitudine americana di contrassegnare con la sigla DNF coloro che ancora non avevano concluso la prova.
Ce ne scusiamo con i lettori e con gli atleti e rimettiamo le cose a posto.

Hanno concluso la prova:

39^ Cirinho Di Palma        40:19.35
62^ Paolo Bucci                  43:51.50
A loro va anche il nostro “bravo”!

 

 Autore: Franco Anichini

 

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>