Cronaca — 08 novembre 2006

New York ma non solo New York in questa cruciale settimana per il calendario di maratona nel Mondo.


05 nov: New York City Marathon


Questa gara è stata vista, raccontata e commentata in tutte le salse, per cui pare inutile ripertersi in queste note, necessariamente sintetiche. Aggiungiamo solo che alla fine gli arrivati sono stati ufficialmente 37.954. Completiamo però l’informazione fornendo la scheda dei due vincitori:



Marilson Gomes dos Santos è nato il 6 agosto 1977, è alto 1.74 e pesa 58kg.
Prima di questa straordinaria vittoria si era segnalato, nel 2004, nella maratona di Chicago, vinta da Evans Rutto (2:06.16), giungendo sesto 2:08.48. Agli ultimi campionati mondiali era stato 10° in 2:13.40.
Vanta eccellenti primati in pista: 5000: 13.19.43 (Kassel 08giu2006). 10.000: 27.48.49 (Neefeldt 05jun2006). Nella mezza ha un primato di 1:02.12 risalente al 20 agosto 2000 a Rio de Janeiro



Yelena è nata il 21sep1976, è alta 1.68 e pesa 51kg.


La sua vittoria non è certo una sorpresa, dal momento che ha vinto questa corsa anche lo scorso anno. Inoltre è arrivata 2° a Boston in 2:23.48 ed ha vinto ad Osaka nel 2005 in 2:22.56 (primato personale). Nella mezza vanta un eccellente 1:08.11 (South Shields 18set2005) ed in pista ha primati notevolissimi: 3000: 8.42.86 (Stockholm 25jul2006), 5000: 14.47.71 (Stockholm 01ago2000), 10000: 30.38.78 (Goteborg 07ago2006)


27 ott: Chunchon, Chunilbo, Kor


Il movimento podistico coreano sta vivendo un momento di grande espansione quantitativa (oltre 100 maratone in un anno!) ma fatica a trovare, in questo momento, degni successori dei suoi grandi campioni del passato. Ne è conferma l’andamento della maratona Chunilbo di Chunchon, una delle maggiori del Paese insieme alla Dong-A di Seoul, che potremmo definire di transizione verso l’affermarsi di nuovi talenti, che un movimento di questo tipo saprà certamente produrre. Intanto questa gara è stata vinta da Elijah Mutai in 2:13.46 davanti a Jose Amado Garcia (2:13.53), al cinese Zheng Yunshan (2:16.47), al coreano Lee Myong-ki (2:1734) e ad Alfredo Arevalo 2:18.23.
Garcia ed Arevalo sono guatemaltechi: una nazione nuova che si affaccia al sempre più variegato mondo di maratona. Coreane in testa, invece, nella gara femminile, ma risultati modesti: Yun Sun-sook ha vinto in 2:36.04 davanti alla Lee Sun-young in 2:36.27


05 nov: Seoul, Joong An, Kor


Subito a seguire si è disputata la maratona di Seoul, seconda per importanza fra le molte che si corrono della capitale coreana. Il solito manipolo di kenyani ha dato luogo ad una gara vera, con eccellenti risultati tecnici: il 28enne Jason Mbote ha vinto in 2:08.13, davanti a Paul Kirui (2:09.05), Philip Manyim (2:09.35), Wilson Onsare (2:09.47 e Lee Bong-Ju 2:10.49. Modesta la prova femminile vinta dalla Kim Hye-kyong 2:40.36


05 nov: Istanbul, Eurasia


La maratona di Istanbul si svolge tra l’Asia e l’Europa, passando sui celebri ponti cha attraversano in Bosforo. Buona la partecipazione internazionale e primo posto per Mindaugas Pukstas, lituano, che ha impiegato 2:12.52 a coprire il non agevole percorso. Alle sue spalle l’ucraino Andrei Naumov (2:12.59), il russo Sergei Lukin (2:13.08) e il tanzaniano Faustin Baha Sulle (2:13.25).


La stagionata russa Madina Biktagirova ha fatto sua la classifica femminile in 2:28.21, ancora buono, davanti a Liliya Yadzhak, una siberiana residente in Francia, che ha impiegato 2:29.22, davanti a Natalya Volgina (2:30.07) e la prima dei locali, Mehtap Dogan in 2:31.13


05 nov: Athina Classic


Nota anche come la ‘Maratona di Maratona’ è la gara che si disputa sul percorso classico, più o meno aggiustato per farlo coincidere con l’errata misurazione di matrice britannica ma che ha finito col diventare la distanza ufficiale. Si tratta di una corsa popolare, in un Paese dove il fondo popolare non è, che ha portato al traguardo 2611 corridori. Davanti a tutti sono giunti Henry Tarus in 2:14.45 e Chikako Ogushi in 2:40.45, appena discreti.


05 nov: Blumenau, Bra


Un migliaio di connazionali del vincitore di New York hanno dato vita ad una vivace maratona di Blumenau, una delle maggiori del Paese, disputata con temperatura elevata, anche perché da quelle parti si è in primavera inoltrata, nonostante che la partenza sia stata data alle 6 del mattino. Hanno vinto, con tempi discreti date le condizioni, Claudir Rodrigues in 2:20.15 ed Erinelda Rodrigues da Silva in 2:47.41


05 nov: Nurnberg, indoor


Segnaliamo infine una curiosa maratona indoor, disputata a Norinberga da 58 concorrenti, su di un percorso di 287 metri, e vinta, per la cronaca, da un certo Hannes Schmidt in 2:53.01.
La voglia di correre non si ferma mai!


 

Autore: Franco Anichini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>